Dailygreen

La festa del legno invade Cantù

Cantù si prepara ad accogliere dal 23 settembre fino all’8 ottobre la Festa del Legno, la manifestazione che celebra la tradizione canturina della lavorazione del legno e della produzione di elementi di arredo, organizzata dal Comune di Cantù in collaborazione con la Camera di Commercio di Como, l’Associazione Qualità Cantù 2001, Fondazione Enaip Lombardia, l’Ordine degli Architetti di Como e l’Accademia di Belle Arti di Brera.

La festa del legno invade Cantù

Giunta alla quinta edizione, con un format ben consolidato e un calendario ricco di appuntamenti anche nel 2017, infatti, la Festa del Legno, si propone come occasione per incontrare innovazione e tradizione, cultura e design, eventi di piazza e convegni tematici, botteghe aperte e laboratori per i bambini, mostre permanenti e i maestri del design.

La festa del legno, molte le iniziative dopo il successo già registrato

Molte le iniziative che tornano, dopo il successo registrato lo scorso anno, con il coinvolgimento dei rappresentanti di tutto il territorio sia a livello economico che sociale e culturale. Tra queste la decima edizione di “Shopping & Design – la vetrina è mobile”, mirate a consolidare la sinergia tra due settori quali quello produttivo-artigianale e quello commerciale valorizzando le vetrine nel percorso dello shopping.

La festa del legno con botteghe aperte per andare alla scoperta del mondo dell’artigianato

Di tipo differente l’evento “Botteghe aperte”, che punta ad offrire ai visitatori la possibilità di andare alla scoperta del mondo dell’artigianato, seguendo percorsi specifici nei luoghi di produzione al fine di avvicinarsi e toccare con mano l’arte, la professionalità e la passione degli artigiani nella produzione degli elementi di arredo.

Numerose le mostre ospitate, come di consueto, nelle location più rappresentative della città: all’interno della prestigiosa Villa Calvi, “Bella Scoperta!” si propone di presentare e far scoprire ai bambini alcuni oggetti di design tramite laboratori didattici, parte integrante della mostra. Sempre a Villa Calvi è possibile ammirare, grazie alla collaborazione con il Circolo Filatelico Canturium, i francobolli di legno e sulla storia di Cantù, e ancora visitare la manifestazione libraria organizzata in collaborazione con Confesercenti ed Associazioni del territorio, l’esposizione di alcuni lavori eseguiti dagli studenti del Corso di studi in Urban Design dell’anno 2016/2017 dall’Accademia di Belle Arti di Brera, e la mostra “Le finestre di Irkutsk. Le porte di Venezia” organizzata in collaborazione con la rivista Ozero Komo e con l’associazione RussiA Como.

La festa del legno dedicata al design

Dedicato al tema dello sviluppo di prodotti di design e dell’ingegnerizzazione dei processi produttivi l’allestimento presso la Corte San Rocco, mentre nella suggestiva cornice della sede storica della Permanente Mobili, l’Architetto Tiziano Casartelli, in collaborazione con l’Associazione Qualità Cantù, propone la mostra “Gio Ponti a Cantù 1926–1973: Dal gruppo del Labirinto alla Decima Selettiva”. Altre Mostre saranno poi visitabili nelle sedi di Enaip Factory (Collezione Bruno Munari, Razionalismo e Neo Liberty) e presso la sede del Liceo Melotti che ospita il “Museo della Scuola d’Arte”.  Nutrita la proposta relativa ai convegni tematici organizzati, tra gli altri, da Enaip Lombardia e dall’Ordine degli Architetti di Como. Riva 1920 ospita l’evento “Forestazione Urbana” a cura di Stefano Boeri e Stefano Mancuso, mentre l’Accademia di Belle Arti “ALDO” – IED ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN organizza un talk dal titolo “La moda incontra il legno” e vede tra i relatori Aldo Colonnetti e Moreno ferrari.

Grande spazio anche a spettacoli teatrali, momenti di intrattenimento musicale, estemporenee di pittura, il tutto all’insegna della collaborazione con le realtà del territorio e della contaminazione di generi ed interessi. Tra le tante iniziative lo spettacolo di danza classica e moderna realizzato realizzato con la Scuola di Ballo del Teatro Sociale di Como negli spazi della carpenteria metallica di Pifferi & Alpi sabato 30 settembre alle 21, mentre domenica 1 ottobre a partire dalle 17 presso Villa Calvi e nel centralissimo Largo XX Settembre l’associazione RussiA Como insieme all’Associazione Culturale “Russkij Dom” di Verona propone il coro siberiano “Le canzoni inondate” e la sfilata di stilisti russi da Nijnii Novgorod. A termine della manifestazione è inoltre previsto un closing party con la premiazione dell’iniziativa “Shopping & Design” a partire dalle ore 19 dell’8 ottobre presso Enaip Factory in via Borgognone.

“A pochi giorni dal mio insediamento sono stato travolto dall’entusiasmo che la Festa del Legno 2017 porta con sé. – ha dichiarato Matteo Ferrari, Assessore alle Attività Economiche – Una miscela di emozioni, professionalità, cultura e tradizione, preludio di una delle manifestazioni più importanti per la nostra città. Una vetrina di indubbia potenzialità, che merita il costante ed annuale impegno di tutti i Partners, Collaboratori, Studenti, Amici e Sostenitori. Il legno, simbolo della nostra cultura produttiva e del tessuto economico della città, acquisterà nei prossimi giorni un ruolo ancor più centrale, grazie alle sinergie messe in campo dall’Amministrazione comunale e da tutto il Comparto del legno-arredo canturino, cui va sin da ora il mio personale ringraziamento. La città si trasformerà in un meraviglioso palcoscenico, sul quale si celebrerà altresì lo storico legame ‘Legno & Territorio’: un binomio che ancora oggi rappresenta Cantù nel mondo! Nel rinnovarvi il consueto cordiale invito, mi rivolgo quest’anno in particolare a tutto l’universo ‘giovanile’, presidio futuro della nostra amata tradizione, con l’auspicio di una sua crescente e fattiva partecipazione”.

Info e programma in aggiornamento sul sito del Comune di Cantù e sulla pagina Facebook dedicata alla manifestazione “Festa del Legno – Cantù”. In rete sarà possibile seguire ogni evento e condividere le proprie esperienze alla Festa del Legno utilizzando l’hashtag #FDL2017.