Home Green World Cameron si immerge nel punto più profondo della Terra

Cameron si immerge nel punto più profondo della Terra

SHARE

Il regista James Cameron ha completato la prima immersione solitaria del mondo, nel punto più profondo conosciuto sulla terra, cioe’ il fondo della trincea sud-ovest dell’Oceano Pacifico Mariana di Guam, in un sottomarino appositamente progettato.
Il regista è arrivato al sito conosciuto come “Challenger Deep”, raggiungendo una profondità di 35,756 metri, ovvero circa 7 miglia sotto la superficie dell’oceano, dichiara il National Geographic Society, che sta supervisionando la spedizione.

 

James Cameron in Mariana

Le prime parole di Cameron prima di raggiungere il fondale sono state, “Tutto OK i sistemi?,” ha scritto il National Geographic sul suo sito web. Il punto basso della Fossa delle Marianne, una grande vallata al di sotto del Pacifico, è stato raggiunto dagli esseri umani solo una volta, nel 1960, quando il tenente della marina statunitense Don Walsh e l’oceanografo svizzero Jacques Piccard hanno passato 20 minuti sul fondo (c’è il batiscafo esposto a Trieste).
Cameron, e’ stato il primo a fare il viaggio da solo sul posto, programmando di trascorrere sei ore sul fondale per la raccolta di campioni di ricerca per la biologia marina e la geologia. La spedizione è un progetto congiunto finanziato da Cameron, National Geographic e orologeria Rolex che è stata soprannominata “Challenge Deepsea” ed è stato progettato per espandere la comprensione di un angolo della Terra decisamente poco conosciuto. Il veicolo pilotato da Cameron, il Challenger Deepsea, è stato progettato per scendere in posizione verticale ed è in grado di ruotare ad una velocità di circa 500 metri al minuto.
Il sommergibile rappresenta progressi nella scienza dei materiali.

Un regista che ama gli abissi degli oceani

Mentre è forse meglio conosciuto come regista di film come “Titanic”, “Avatar” e “Aliens,” Cameron non è estraneo a esplorazioni subacquee. Per “Titanic”, ha effettuato 12 immersioni sul posto del naufragio famoso nel Nord Atlantico, che lo ha portato a sviluppare il film e la tecnologia di esplorazione.
Da allora ha condotto sei spedizioni, è stato autore di uno studio legale del relitto della corazzata tedesca Bismarck e ha condotto ampie immagini 3-D di profonde sorgenti idrotermali lungo la dorsale medio-atlantica, il Rialzo del Pacifico orientale e il Mar di Cortez.

LEAVE A REPLY