Home Punti di vista Celeste Gaia: «La Terra? E’ un luogo da rispettare»

Celeste Gaia: «La Terra? E’ un luogo da rispettare»

SHARE
Celeste Gaia

Celeste Gaia è appena comparsa alla ribalta degli schermi per la sua ultima interpretazione a Sanremo. Questa la nostra intervista.

Ciao Celeste Gaia, Celeste o Gaia? Qual è il tuo primo nome?
Ciao, il mio primo nome è Celeste, il secondo Gaia.

Abbiamo pensato di intervistarti perché sei una giovane artista, ti sei appena affacciata sulla scena, fino a poco tempo fa eri una giovane come tante che sognano il successo. Pensavi che potesse accadere tutto questo?
In realtà non ho mai sognato il successo, la mia priorità è sempre stata quella di fare musica e di scrivere. Quando sono andata a Sanremo la mia unica aspettativa era quella di fare una bella esibizione e di presentarmi per come sono. Il fatto che tante persone mi stessero vedendo in quel momento non lo calcolavo, sono contenta in ogni caso di come sia andata.

Gaia è un aggettivo spumeggiante, ma è anche l’altro nome per indicare il pianeta terra. Ci avevi mai pensato?
Sì, tra l’altro anche il mio primo nome Celeste nelle lezioni di scienze a scuola ricorreva molte volte studiando le stelle, i corpi celesti… Gaia me lo ricordo più per i miti greci, o quando al classico abbiamo studiato la Teogonia di Esiodo.

In un’intervista visibile su Youtube hai dichiarato che il “millimetro” è l’unità di misura che più ti appartiene in questa primissima fase della tua carriera. Stai crescendo artisticamente. Sentirsi più importanti ti fa sentire più “responsabile” nei confronti dei messaggi che comunichi?
Io non è che mi sento più importante di prima (sorride, ndr). Comunque penso che l’importante sia sempre essere se stessi. Chiaramente essere un po’ più conosciuti aiuta anche a far sentire le proprie idee ma sempre nel rispetto delle proprie qualità ed attitudini, senza parlare di quello che non si conosce veramente. Almeno questo è quello che penso, poi la musica è un linguaggio libero da schemi e da categorie per definizione e quindi personalmente mi porta ad esprimermi nel modo più vero e coerente con quello che sono e con le mie idee.

Personalmente, per la spumeggiante allegria con la quale ti sei presentata a Sanremo mi hai ricordato molto Lily Allen nel video Not Fair, lei in quell’occasione canta tra  mucche e galline. Qual è il tuo rapporto con gli animali? Seguendoti in rete mi è sembrato di vedere un gatto.
Gli animali mi piacciono. In particolare i gatti (ne ho sempre avuti tanti) poi i criceti sono fantastici. Da piccola avevo anche dei pesci rossi. Il mio gatto sembra quasi capirmi, mi ascolta, mi parla con il suo modo di fare.

Come puoi immaginare Daily Green si occupa soprattutto di tematiche legate al rispetto dell’ambiente, della natura, del mondo in generale in cui viviamo. Ti senti vicina a questi temi?
Sì e ammetto che vorrei saperne di più, certe volte mi sento un po’ ignorante in materia. La terra, il nostro pianeta, dev’essere rispettato. Penso che almeno nel nostro piccolo rispettare l’ambiente, fare la raccolta differenziata, cercare d’inquinare il meno possibile comunque possa essere un piccolo passo almeno per sentirsi un po’ più partecipi per il rispetto del luogo in cui viviamo.

Abbiamo visto che il tuo sito web è in costruzione! Tantissimi auguri Gaia per il tuo futuro e la tua carriera, grazie per aver collaborato. Daily Green continuerà a seguirti su Facebook e Twitter!
Grazie a voi, vi seguirò anch’io e spero di ritrovarmi presto a fare un’altra intervista con voi.

LEAVE A REPLY