Home Ricette Cicoria e borlotti della Sora Elvira

Cicoria e borlotti della Sora Elvira

SHARE
CICORIA

Cicoria e borlotti della Sora Elvira, la prima delle tante ricette di Niky Marcelli per la nuova rubrica di Dailygreen.it: Tegame di scrittore non ancora bollito.

Tegame di scrittore non ancora bollito è il titolo del manuale di cucina che Niky Marcelli ha pubblicato tempo fa. In questo spazio pubblicheremo ricette originali create da lui, o da suo padre Augusto, che gli ha trasmesso – oltre alla passione per la scrittura – anche quella per la cucina.

Troverete anche ricette tradizionali o loro più o meno libere reinterpretazioni, sia di cucina regionale, che nazionale, che internazionale. Insomma, una fricassea, un pot-pourri, un – per usare un anglicismo – medley (o, ancor più appropriatamente, un melting pot) di piatti inventati di sana pianta, rielaborati da ricette tradizionali, o imparati-copiati in giro per l’Italia e per il mondo.

Niky Marcelli

CICORIA E BORLOTTI DELLA SORA ELVIRA

Piatto di derivazione “paterna”, adatto anche ai single, nelle fredde serate d’inverno, quando il fuoco scoppietta nel camino e fuori, nel buio e nella tormenta di neve, si aggirano orsi bianchi, pinguini e qualche lupo mannaro.

E’ un piatto molto semplice, che costa poco e, ben realizzato (ma rovinarlo è quasi impossibile, anche un totale incapace riuscirebbe a scodellarlo in maniera dignitosa) può riportarvi alle papille sapori antichi, generazionali, in base all’arcano meccanismo della cosiddetta memoria della specie.

Insomma, provandoli, capirete che i vostri antenati, secoli fa, mangiavano così e nient’altro che questo, durante tutto il pasto.

Io, che detesto la cicoria, sarei morto di fame già da un pezzo!

Mio padre, per motivi che non mi ha mai rivelato, ha dedicato questo piatto alla signora Elvira Sorrentino, di Tito (Pz). Non è escluso che, a quest’ora, lo stiano cucinando insieme su qualche nuvoletta.

Ingredienti per quattro persone:

500 gr di fagioli borlotti, previamente ammollati

1.500 gr di cicoria di campo, tipo tarassaco o – se non la trovate – di cicoria di radicchio, verde o rosso che sia

3 spicchi di aglio sbucciati e sminuzzati

3 cucchiaini di olio extravergine di oliva

Facoltativamente, una grattugiata di pepe direttamente sul piatto.

 

Fate cuocere lentamente la cicoria insieme ai borlotti e all’aglio, aggiungendo acqua se sarà necessario, rimescolando e portando avanti la cottura fino a che il liquido sarà semi-denso.

Riempite quindi i piatti, versando su ciascuno un cucchiaio di olio extravergine di oliva e, per chi vuole, pepe fresco grattugiato.

C’è anche una variante di notevole interesse:

Disponete sul fondo dei piatti fette di pane casareccio bruscato in forno, sfregate con aglio e aggraziate con qualche goccia di olio. In questo caso, regolatevi con l’olio che dovrete aggiungere dopo.

Tegame di scrittore

 

 

 

 

 

 

 

Tegame di scrittore non ancora bollito è disponibile in E-book a 2,99 su tutti i principali portali on line.

SHARE
Previous articleClima, la California in campo contro Trump
Next articleRichard Harrison, l’attore che disse no a Leone
Niky Marcelli
Niky Marcelli, giornalista e scrittore, è nato a Milano ma si è trasferito quasi subito a New York e successivamente a Roma, dove ha risieduto fino al 2004, prima di coronare la sua vecchia aspirazione di andare a vivere in campagna. Cronista investigativo e critico di spettacolo, è stato uno dei «padri fondatori», nonché caporedattore, del settimanale satirico e di controinformazione «La Peste», per il quale ha firmato numerose inchieste. Ha collaborato successivamente con i quotidiani «L’Umanità», «Il Giornale d’Italia», «L’Avanti», «Libero»; con i periodici «Audrey», «Avvenimenti» e con molte trasmissioni di successo della Rai, tra cui «Via Teulada 66», «Piacere Rai Uno», «In Famiglia», «Domenica In». Come autore ha firmato nel 1993 il primo varietà prodotto e trasmesso dall’allora Tele Monte Carlo: «Specchio delle mie brame» - in collaborazione con l'agenzia Elite di John Casablancas - e, in teatro, la commedia «Capolinea», rappresentata con successo nelle stagioni 1997/98 e 1998/99. Nel 2003, per i tipi di Maretti, è uscita la sua raccolta di racconti «Sotto la pergola del bar che non c’è più». Dal 2004 al 2007 ha diretto l’agenzia web «Lo Sport». Dal 2003 al 2010 ha collaborato con il settimanale di satira politica «Veleno». Nel 2013, per i tipi di TEKE, è uscito il suo giallo “L’Ultimo Swing”. Nel mese di luglio 2015, sempre per i tipi di TEKE, pubblica il romanzo “La Contessa Rossa”. A maggio 2016, pubblica in e-book, la raccolta di racconti “Il senso di Giulio per Camilla” e il manuale di cucina “Tegame di scrittore non ancora bollito”.

LEAVE A REPLY