Home Green Style Cuoio vegetale, una rivoluzione in arrivo

Cuoio vegetale, una rivoluzione in arrivo

SHARE
cuoio vegetale

Assolutamente perfetto per realizzare borse, scarpe ed accessori,  robusto e traspirabile proprio come quello animale, arriva il “cuoio vegetale” e semina fermento nell’industria tessile.

Cuoio vegetale. Una rivoluzione in arrivo

Richard P. Wool, padre del nuovo cuoio prodotto con fibre di cotone e lino, mescolate a mais, soia e oli vegetali,  è stato ingegnere statunitense e docente presso l’Università di Delaware, ha dedicato la sua carriera alla ricerca di componenti sostenibili e fonti rinnovabili raggiungendo grandi risultati e collezionando premi importanti. Il suo lavoro ha portato alla creazione di materiali compositi a base di soia usati per molte produzioni, pannelli e parti di turbine eoliche, barche e trattori.

Scomparso prematuramente lo scorso marzo, Wool è però riuscito a gettare le basi per una nuova appassionante sfida, il cuoio vegetale e ora il suo lavoro sarà portato avanti dalla start up Eco-leather Corporation, da lui stesso fondata con Nike e Puma, con l’idea di creare una scarpa sportiva con materie prime vegetali e non tossiche.

Già in passato altri avevano sperimentato materiali simili, ma il cuoio di Wood sembra non avere uguali, tanto che le grandi aziende sono già al lavoro per portare sul mercato prodotti vegani in cuoio vegetale, più forte e durevole del cuoio animale, nonché più conveniente.

L’impatto ambientale

Questa nuova invenzione sembra offrire aspetti positivi sotto tutti i punti di vista: con il suo utilizzo, potrebbero essere risparmiati sofferenze e morte ai moltissimi animali sfruttati nell’industria delle pelli e potrebbe anche essere risolta un delle più antiche questioni che hanno avvelentato molti fiumi indiani, dove si concentrano le aziende produttrici di cuoio che sversano nelle loro acque  inquinanti chimici (ma non solo).  Inoltre il risparmio di acqua ed energia è assicurato.

Fonte: Eco-Business.com

 

LEAVE A REPLY