Home Salute e Benessere Farmaci, sono 56 quelli inutili e pericolosi

Farmaci, sono 56 quelli inutili e pericolosi

SHARE

La denuncia di Philippe Even e Bernard Debré è chiara: 56 farmaci sono inutili e comportano rischi ben superiori ai loro benefici.

I professori di medicina Philippe Even e Bernard Debré, autori della “Guida dei 4000 farmaci utili, inutili e pericolosi” chiedono la sospensione immediata di 56 farmaci in vendita in Francia, perché sono inefficaci, inutili nonché pericolosi, tanto più che esistono trattamenti più efficaci e con meno rischi. Questi 56 prodotti “debbono essere ritirati nell’interesse dei malati, senza preoccuparsi dell’incidenza industriale” è il loro grido di allarme. In questa lista, colpito dallo scandalo e il più citato è il laboratorio Servier.

La lista dei farmaci inutili

Ed ecco la lista dei farmaci sospettati, classificati per patologia:

Cancro: Avastin (laboratorio Roche). Questo farmaco utilizzato contro diversi tipi di cancro è un inibitore, che agisce contro i tumori impedendone la crescita. Molte assicurazioni private negli USA e la sanità pubblica britannica rifiutano di rimborsare questo trattamento estremamente costoso, argomentando che il prodotto non cura nessun tipo tumorale e che al massimo permette di aumentare solo per qualche mese la speranza di vita.

Reumatologia: Protelos (laboratorio Servier). Questo trattamento contro l’osteoporosi, già oggetto d’una procedura di sorveglianza speciale da parte delle autorità francesi della salute, è sospettato di aumentare il rischio di embolie polmonari, con otto decessi a tutt’oggi.

Hexaquine e Quinine Vit. C. (laboratorio Goménol) e Okimus (Biocodex). Questi prodotti a base di chinino, antico trattamento contro la malaria ormai obsoleto, sono utilizzati contro i crampi muscolari, con un’efficacia che gli autori considerano nociva.

Neurologia. Parlodel. (Pfizer), Requip (GSK), Tasmar (Meda Pharma): questi farmaci utilizzati contro il morbo di Parkinson hanno un’efficacia che gli autori della “Guida” qualificano debole, con effetti secondari tipo “manifestazioni di ipersessualità esplosiva e nociva e induzione al gioco d’azzardo”.

Antidepressivi e psicoeccitanti: Ritaline (Novartis), Concerta (Jansen-Cilag). Per questi due farmaci è controversa la prescrizione della ritaline nei disturbi da deficit dell’attenzione nei bambini. Tofranil (CSP), Anafranil (Sigma-Tau), Surmontil (Sanofi), Stablon (servier): secondo la “guida”, questi antidepressivi presentano rischi importanti di natura psichiatrica (allucinazioni, comportamenti violenti, suicidi).

Ginecologia: la lista comprende 16 pillole anticoncezionali macrodosate o microdosate di terza e quarta generazione o soltanto progestative, che provocherebbero più flebiti e embolie polmonari che non quelle di seconda generazione: Cérazette, Nuvaring, Cycleane, Mercilon, Varnoline (Schering-Plough), Qlaira, Melodia, Jasmine-Jasminelle, Yaz (Bayer), Evra (Janssen-Cilag) Triafemi, Carlin, Holgyeme (Effik), Felixita (Theramex), Minesse (Wyeth), Belara (Grunenthal).

Diabete: Byietta (Lilly), Victoza (Novo Nordisk): rischi di una certa entità per queste due molecole che provocherebbero “diverse complicazioni”: Galvus e Eucreas (Novartis), Januvia e Janumet (MSD), Xelevia e Velmetia (Pierre Fabre), Trajenta (Boehringer) e Onglyza (Bristol-Myers Squibb).

I farmaci inefficaci

Sempre secondo gli stessi autori, questi farmaci sarebbero “inefficaci”.

Patologie cardiovascolari: Quattro vasodilatatori delle coronarie e delle arterie sarebbero inutili e presenterebbero diverse complicazioni cardiache: ciò secondo “Le Nouvel Observateur” che cita gli autori in parola: Adancor (Serono), Ikorel (Sanofi), Vastarel e Trivastal (Servier), Procoralan (Servier), Multaq (Sanofi). Due anticoagulanti e antiaggreganti, Ticlid (Sanofi), Pradaxa (Boehringer): la guida propone di sostituirli con due molecole più vecchie, altrettanto efficaci ma meno pericolose, come l’aspirina, il plavix e le eparine.

Antitabagismo: Champix (Pfizer), Zyban (GSK): i due autori affermano che questi prodotti di fatto non producono nessun effetto positivo nell’aiutare i fumatori a smettere di fumare.

Anti-infiammatori: Indocid (MSD), Nexen (therabel), Ketum in pomata (Menarini), Celebrex (Pfizer), Arcoxia (MSD): altri farmaci presentano meno effetti secondari. Il ketum in pomata, utilizzato per distorsioni e tendiniti potrebbe causare gravi ustioni in caso di esposizione al sole.

Stimolante della respirazione: Vectarion (Servier). Secondo il professor Even, questo farmaco ”è meno interessante di una tazza di caffè, ma è molto più pericoloso”.

LEAVE A REPLY