Home Ecoturismo Finca Bellavista, comunità sugli alberi in Costa Rica

Finca Bellavista, comunità sugli alberi in Costa Rica

SHARE
Finca Bellavista

Alla scoperta di Finca Bellavista, la comunità sugli alberi del Costa Rica. Totalmente green ed ecosostenibile.

Nella foresta pluviale del Costa Rica

Nel corso di questi mesi, abbiamo approfondito la verve ecologica del Costa Rica così come l’incredibile esperienza di soggiornare nei Tree Hotel, i sempre più quotati alberghi sugli alberi che, dalla Svezia a Nettuno, stanno trasformando il nostro modo di vivere le vacanze in una stretta sinergia con la natura persino durante le ore di Morfeo. Se state programmando un viaggio più o meno fugace nell’incontaminato e tropicale Costa Rica, e non amate l’idea di dormire raccolti nelle solite e asettiche stanze d’albergo, tanto confortevoli quanto noiosamente vicine al vostro quotidiano di vita, la comunità di Finca Bellavista potrebbe fare al caso vostro.

Finca Bellavista

Immersa nella lussureggiante foresta pluviale di questo piccolo paese del Centro America, grande due volte la Sicilia ma felice più di qualsiasi altra nazione del mondo, la vibrante comunità di Finca Bellavista non ammette di certo delusioni per qualsiasi ecoturista a caccia di una sana decelerazione dallo stress.

La comunità di Finca Bellavista, un angolo di paradiso incontaminato

L’idea nasce da Matt ed Erica Hogan, una coppia di americani stanchi dei ritmi frenetici del Colorado che ha trovato, in questo angolo di foresta pluviale bagnato dal fiume Bella Vista e dal Piedras Blancas, una fetta di paradiso. Consapevoli che la felicità è reale soltanto se condivisa, i due statunitensi hanno pensato di creare un villaggio di case sospese, tutte eco-friendly e costruite con materiali naturali, dove soggiornare per un breve periodo o, perché no, acquistare uno spazio tra i 2 ed i 5 ettari in cui cimentarsi nella costruzione di una propria casa sull’albero da poter sfruttare a tempo indeterminato. Dite la verità, ci state facendo un pensierino? Qui i vostri vicini, famiglie indigene e operosi agricoltori, sapranno accogliervi felicemente nei dintorni cittadini della comunità. Attenzione, però. Scordatevi centri commerciali, affollati bar o negozi di souvenir: il centro cittadino, distante poco più di un km, ospita solo una chiesa, un negozio, una fermata dell’autobus ed un campo da calcio. Pronti a sperimentare la quiete avventura di una vacanza lontanissima dalle influenze del mondo esterno? E chissà che poi, anche per voi, non si trasformi davvero in un cambio di vita.

LEAVE A REPLY