Home Green in Action Giocando con i bottoni di Valeria Gavaudan

Giocando con i bottoni di Valeria Gavaudan

SHARE
Collane e bottoni

“Giocando con i bottoni creo le mie collane”: Valeria Gavaudan, di una piccola provincia di Ancona, artigiana e creativa a tutto tondo, ha da sempre nutrito un amore viscerale per l’ago e il filo.

“Da piccolina, adoravo osservare mia nonna cucire in casa vestiti per me e per le mie sorelle, era un elegantona e ci teneva tantissimo”.

Un’artigiana del riciclo

Valeria ricorda con emozione i momenti trascorsi con lei: “Oggi, creo i miei gioielli proprio con quei bottoni che, da bambina, costituivano il mio passatempo preferito”.

Valeria approda all’arte del riciclo solo da un paio d’anni: “La molla è stata il contesto di crisi che stiamo vivendo; sono rimasta senza lavoro e mi sono dovuta reinventare. Coltivo anche un piccolo orto a casa di un’amica, ho tre galline e uova fresche assicurate tutti i giorni. Sfruttando il mio bagaglio da artigiana orafa, ho trovato nei bottoni di mia nonna un modo per non soccombere alla crisi”. Non a caso Valeria Gavaudan cuce le sue collane con fili di seta e materiali recuperati dai fallimenti delle mercerie.

L’artista vende le sue originali creazioni attraverso il suo sito internet, i mercatini o il più efficace passaparola: “Le signore apprezzano le mie collane proprio perché riconoscono i bottoni di una volta. Alcuni sono addirittura degli anni ’40 e ’50, di madreperla o di pelliccia”. Tra le numerosissime creazioni di Valeria, risaltano quelle realizzate con rifiniti merletti impreziositi da piccole pietre e bottoni ricercati. Non è facile per lei separarsi dai ricordi del passato, eppure la creativa marchigiana ama ridare loro una seconda vita: “Bisogna dare spazio ai vecchi oggetti. E poi i complimenti che ricevo sono la mia vera soddisfazione e un balsamo per la mia anima”. Valeria Gavaudan: valeriagavaudan@libero.it cellulare: 333/9170126

Foto e articolo di Giulia Cantarella e Francesca Romana Tomaselli

LEAVE A REPLY