Home Green Economy Gli italiani poco informati su green economy

Gli italiani poco informati su green economy

SHARE
notizie green economy

Gli italiani hanno percezione positiva della green economy ma sono anche poco informati.

A tracciare il quadro sulle opportunità dell’industria verde italiana è uno studio condotto da Ispo per Vedogreen su un campione di 801 individui.

A detta dell’Istituto per gli studi sulla pubblica opinione, guidato da Renato Mannheimer, il 70% degli intervistati valuta complessivamente molto positiva la percezione sulle opportunità offerte dell’Industria verde in Italia.
In particolar modo sono i laureati ad avere la percezione migliore del comparto, seguiti dagli impiegati,dagli insegnanti e da tutti quei soggetti che si sentono più informati sul tema in questione. Nonostante la fiducia che gli italiani ripongono in questo settore, ben il 56% dichiara di non esserne informato. In maniera più accentuata sono 18-34enni (63%); chi è in cerca di occupazione o disoccupato (74%); casalinghe (72%); operai (68%) e con basso titolo di studio (68%).
Uno su due però attribuisce alla green economy una grande responsabilità ambientale e c’è anche un’ampia fiducia sui benefici che il settore può produrre a livello economico. Gli unici nodi problematici sono le attività illecite e il greenwashing. Secondo il 51%, infatti, la green economy è un terreno fertile per lo sviluppo di attività illecite mentre per il 44% l’ecologismo è solo un altro modo per farsi pubblicità senza pensare realmente all’ambiente.
Indicazioni confortanti vengono anche dall’attenzione verso l’ambiente che un’azienda dimostra di avere. In tal caso circa il 90% degli intervistati ritiene come un’azienda possa offrire una migliore opinione specie se è impegnata nel recupero e nel riutilizzo dei rifiuti, se è attenta all’uso di fonti di energia pulita e al risparmio energetico nei processi di produzione e trasporto, se persegue obiettivi legati alla riduzione delle emissioni inquinanti e se produce beni che favoriscano il risparmio energetico (elettrodomestici a basso consumo, materiale edile per il risparmio termico).
Quasi la metà degli italiani (il 49%) si dichiara disposto a premiare le aziende attente all’ambiente anche pagando di più i loro prodotti e servizi. Sullo sviluppo del settore l’Italia è percepita come fanalino di coda rispetto all’estero. I paesi più all’avanguardia, secondo gli italiani, sono la Germania e il nord Europa. Più scettici sul futuro della green economy: per due italiani su tre serviranno diverse generazioni prima che si imponga.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.dailygreen.it/home/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY