Home Green Style H&M nella World Recycle Week

H&M nella World Recycle Week

SHARE
H&M

H&M e M.I.A. si alleano per la World Recycle Week, in cui il colosso svedese dell’abbigliamento si propone di raccogliere 1000 tonnellate d’indumenti usati portati dai clienti nei suoi più di 3.600 punti vendita. L’iniziativa in programma dal 18 al 24 aprile – spiega una nota del gruppo – è parte dell’obiettivo di H&M per chiudere il cerchio nella moda, promuovendo il riciclo di abiti usati e ottenendo fibre tessili riciclate per creare nuovi prodotti.

H&M per la World Recycle Week

Per sensibilizzare l’opinione pubblica, l’artista inglese M.I.A. ha girato un video musicale in esclusiva per H&M, con la canzone “Rewear it”, che sottolinea l’impatto ambientale dei vestiti che finiscono nelle discariche di tutto il mondo. Il video sarà lanciato l’11 aprile su hm.com.

H & M Hennes & Mauritz AB, comunemente conosciuta come H&M, è un’azienda di abbigliamento svedese. Di proprietà di H&M sono inoltre i marchi Cheap Monday, COS, Monki, Weekday e & Other Stories.

Fu fondata a Västerås, Svezia nel 1947 da Erling Persson con il nome di Hennes (“per lei” in svedese), dal momento che vendeva solo abiti femminili.

Nel 1952 apre il suo primo storico store a Stoccolma, Svezia.

H&M, il colosso, punta al riuso

Nel 1968 Persson acquisì a Stoccolma il negozio di attrezzatura e abbigliamento per la pesca da uomo Mauritz Widforss, facendo espandere il giro di affari dell’azienda anche in questo campo. Rinominata Hennes & Mauritz, e poi abbreviata in H&M, l’azienda nel corso degli anni cinquanta e anni sessanta cominciò ad espandersi in tutti gli altri paesi scandinavi.

Nel 1976 l’espansione continuò in Inghilterra, nel 1978 in Svizzera, nel 1980 in Germania, nel 1989 nei Paesi Bassi, nel 1992 in Belgio, nel 1994 in Austria, nel 1998 in Francia, nel 2000 in Spagna.

H&M è entrata ufficialmente negli Stati Uniti nel 2000 con l’inaugurazione a New York del negozio sulla Fifth Avenue a Manhattan. Da allora l’azienda ha aperto nel paese oltre 350 negozi. In un primo momento la maggior parte dei punti vendita era concentrata sulla costa orientale, ma nell’autunno del 2005 aprì il primo negozio sulla West Coast a San Francisco, seguito un anno dopo dai primi punti vendita nella zona di Los Angeles.

Nel 2003 è stato aperto il primo negozio in Italia in corso Vittorio Emanuele a Milano e al 2014 vi sono circa 130 negozi in tutta la nazione.

H&M oggi in oltre 55 Paesi

Nel 2004 apre le porte al Canada e dal 2006 comincia il suo percorso in Medio Oriente e Nord Africa (Dubai, Arabia Saudita, Egitto, Israele, Kuwait, Libano, ecc.) e nel 2007 in Asia (Cina, Giappone, Corea del Sud ecc.).

Al 2014 conta 3500 punti vendita in 55 paesi e 130.000 dipendenti.

LEAVE A REPLY