Home Ecoturismo I Giardini della Landriana, passeggiate d’autunno

I Giardini della Landriana, passeggiate d’autunno

SHARE
Giardini della Landriana

Alla scoperta dei Giardini della Landriana, un’oasi di verde estesa in una delle più grandi tenute del litorale laziale.

Il verde come fuga fuori porta

Nelle sue Variazioni sull’impossibile, lo scrittore e saggista italiano Mario Andrea Rigoni riassume – a ragione – tutta la bellezza e la potenza benefica delle piante descrivendole come ‘i soli esseri viventi in questo universo che non producano rumore né rifiuti’. Balsamo e profumo per ogni anima appesantita dal cemento della vita quotidiana, il verde dei giardini è uno dei rifugi preferiti da parti tutti quegli eco-turisti intenti a voler sperimentare, anche per un singolo giorno, una fuga fuori porta. Ed è a loro che questa settimana vogliamo rivolgerci segnalando un breve post it dedicato ai meravigliosi Giardini della Landriana.

I percorsi geometrici e floreali dei Giardini della Landriana

Estesi per oltre dieci ettari all’interno di una grande tenuta sul litorale laziale, presso Tor San Lorenzo ad Artea, questi singolari Giardini – situati a meno di 40 km da Roma – offrono una quantità di specie floreali di ogni genere e provenienza. Realizzati nella proprietà della Marchesa Lavinia Taverna, alla fine degli anni ’50, dalla mente creativa diRussell Page, uno dei più famosi progettisti di gardens del XX secolo, i Giardini della Landriana regalano momenti unici a tutti gli affezionati delle mostre mercato di giardinaggio e di enogastronomia. Aperti da aprile a novembre, i loro percorsi geometrici e floreali offrono diverse ‘stanze’: la valle delle rose antiche con il lago, il giardino degli aranci e degli ulivi, la vasca spagnola, il prato blu e tantissime altre ‘porte’ tematiche da ‘aprire’ durante una piacevole visita guidata individuale o di gruppo. Perché non approfittarne durante queste fresche, ma ancora piacevoli, giornate d’autunno?

 

LEAVE A REPLY