Home News L’eucalipto dalle proprietà balsamiche, espettoranti ed antisettiche

L’eucalipto dalle proprietà balsamiche, espettoranti ed antisettiche

SHARE
eucalipto

ll nome Eucalipto, in greco significa “ben nascosto”, in riferimento ai fiori  in boccio, coperti dal lembo del calice. L’Eucalyptus globulus fu importato in Europa nel XIX secolo, diffondendosi rapidamente come albero ornamentale, in tutto il bacino del Mediterraneo.

L’eucalipto, storia e curiosità

In Italia fu introdotto nel 1870 dai Padri Trappisti e si diffuse soprattutto nelle zone malariche  e acquitrinose della Maremma e delle regioni meridionali.Aveva la funzione di risanare le aree insalubri e combattere la proliferazione di zanzare (come la Lavanda e il Geranio è un potente repellente di insetti e zanzare).In passato, inoltre, le foglie erano considerate antimalariche.

Nel suo paese di origine (Australia), l’Eucalipto è ritenuto un potente febbrifugo.Gli aborigeni australiani masticavano le radici di eucalipto per dissetarsi, dato il loro alto contenuto in acqua.A metà ‘800 circa, un equipaggio di una nave al largo delle coste australiane si ammalò, mostrando tra i sintomi una febbre alta. Vennero curati con infusi di eucalipto, e cosi in Europa si sparse la notizia che era febbrifugo.Ai primi del ‘900 era diffuso l’uso della pianta come febbrifugo, oltre che astringenti ed emostatiche, in modo particolare contro la malaria. Un esempio di ciò sono i padri trappisti che ne piantarono circa 200 mila nella vecchia zona di Roma chiamata “La Tomba di Roma” (perché infestata da casi di malaria), nei pressi della abbazia delle Tre Fontane, sulla via Laurentina. L’eucalipto arriva in Italia a metà del IXX secolo quando fu importato dall’Australi e dalla Tasmania per bonificare i terreni paludosi dell’Agro pontino durante il periodo fascista, avendo delle profonde radici che assorbono bene grandi quantità d’acqua. Per questo motivo sono diffusi anche in zone soggette a bonifica nel resto d’Italia. Inoltre, vista l’altezza, gli esemplari di eucalipto piantati fungevano anche da efficace barriera antivento.

L’eucalipto, un albero sempreverde originario dell’Australia

L’eucalipto è un albero sempreverde che in Italia è alto 20-25 metri. In Australia è alto fino a 150 m con un diametro di 10 m alla base. Il tronco ha la corteccia liscia che si stacca in placche sottili e allungate. Le foglie sono di colore verde azzurro quasi ceruleo sono arcuate come una lama di una falce. Nei fiori mancano i petali mentre gli stami sono numerosissimi. Il frutto è una capsula della forma stessa del Calice che si apre a maturità nella parte superiore per mezzo di fenditure i semi sono numerosi e molto piccoli. Si raccolgono le foglie verso giugno luglio OA settembre ottobre evitando i periodi più caldi si staccano una ad una e si elimina il picciolo. Le foglie si conservano essiccate in uno strato sottile all’ombra in un luogo areato evitando il sole, si conservano in recipienti di vetro o porcellana a riparo dalla luce.

L’eucalipto dalle proprietà balsamiche, espettoranti ed antisettiche

L’eucalipto ha proprietà balsamiche espettoranti antisettiche e antiparassitarie.

I suoi principi attivi sono l’olio essenziale  :cineolo, pinene ,canfene eucazulene e flavonoidi.

L’eucalipto viene utilizzato da lungo tempo sia nella terapia domestica che in preparazioni medicinali per risolvere infiammazioni dell’apparato respiratorio, urogenitale es intestinale per stimolare la respirazione e inoltre disinfettare l’apparato respiratorio, escretore e digerente.
Per uso esterno i preparativi con Eucalipto esercitano una buona azione antisettica e cicatrizzante su infezioni purulente della pelle e lenitiva sulle ustioni.
Nella pratica domestica gli infusi di eucalipto sono impiegati per detergere e deodorare le mani che sono venuti a contatto con sostanze infette. In cosmetica l’eucalipto è usato come deodorante e purificanti della pelle impure e macerati dal sudore. Alte dosi di eucalipto possono dare seri e intolleranze che si manifestano talvolta con prurito ed eruzioni cutanee.

I CONSIGLI DEL FARMACISTA

Uso interno
Le foglie per disinfettare ed eliminare i Catarri dai bronchi della vescica e dell’intestino
In infuso
2 grammi in 100 millilitri di acqua zuccherata e bene 23 tazzine al giorno
Avvertenza importante
Verificare la sensibilità individuale dei preparati bevibili

Uso esterno

Le foglie per detergere E disinfettare la pelle per lenire le ustioni
In infuso
6 grammi in 100 millilitri di acqua. Fare lavaggi applicare batuffoli imbevuti di infuso per 15 minuti.

Uso cosmetico

Un buon effetto deodorante stimolante si ottiene mettendo nell’acqua calda del bagno una manciata di foglie di eucalipto

LE ERBE IN CUCINA

Grappa di eucalipto

Fate macerare l’eucalipto in 25 cl di grappa dentro un vaso ermeticamente chiuso per 30 giorni agitando ogni tanto.

Trascorso il periodo filtrate e preparate a parte la solita soluzione di miele e grappa riscaldandola lentamente a bagnomaria.

Unitela al filtrato e consumate il liquore fresco nella dose di un bicchierino un’ora dopo i pasti.

La consumazione sarà effettuata dopo averla conservata per un mese in un luogo fresco.

SHARE
Previous articleSi sciolgono i Giganti, anzi no…
Next articleSly & the Family Stone non devono suonare!
Antonella Danese
Sono una giovane farmacista, appassionata di erbe, piante e rimedi naturali. Sono convinta che la salute passi per una giusta informazione e non tutti sono a conoscenza delle proprietà e delle mille potenzialità che offre la Natura. Per Daily Green sono lieta di curare la rubrica Eco Da Te con una serie di consigli utili (ed anche ricette tutte da provare) per il vostro benessere.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.dailygreen.it/home/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY