Home Ecoturismo La Bulgaria che non t’aspetti: il Monastero di Rila

La Bulgaria che non t’aspetti: il Monastero di Rila

SHARE
Bulgaria

Lontana dai circuiti turistici di massa, la Bulgaria è un Paese che premia il turista dall’anima eco e tutti quei viaggiatori spinti da un’autentica curiosità verso le tradizioni più leggendarie e sacre. Paese intriso di storia e di ben evidenti tracce dell’antica dominazione romana, e ancora prima greca, la Bulgaria è oggi una meta tutta da scoprire abbandonando ogni scetticismo o pregiudizio ovattato.

Dall’impatto a volte duro, a causa dell’ostico alfabeto cirillico e dello stesso carattere dei bulgari, a tratti un po’ chiuso e scontroso, la Bulgaria resta una destinazione ricca di punti di forza. Il costo della vita irrisorio, l’enogastronomia che non delude mai, ma anzi sorprende, le sue bellezze storiche e naturalistiche e, ancora, una vasta presenza di aeree verdi nei centri cittadini, sempre ben curati e rispettati. E’ questa dunque la Bulgaria: una nazione che fatica ad attrarre turisti a forti ondate ma che, nella sua capitale Sofia, quanto a pulizia e a qualità della vita, non ha nulla da invidiare ad altre rinomate città europee dove, fortunatamente oggi, trovare un mozzicone di sigaretta a terra è sempre più raro.

Monasteri, i veri guardiani dello spirito bulgaro

Tra gli elementi più affascinanti del paesaggio e della cultura bulgara troviamo sicuramente i monasteri dagli stupendi affreschi a soggetto religioso.

Terra che vanta una lunga tradizione di arte sacra, la Bulgaria è, infatti, un Paese ricco di selvagge montagne boscose che ospitano remoti villaggi e circa centoventi monasteri sparsi. Ricchi di cupole, colonnati e archi dalle geometrie suggestive, i monasteri  sono un’ottima opportunità per scoprire il mood del Paese, sia andando a ritroso nella storia che contemporaneamente visitando le bellissime montagne e aree rurali che questa alternativa nazione offre.

Veri custodi dello spirito bulgaro, i monasteri sono per il Paese una vera istituzione tanto che, in molti ristoranti, è possibile trovare spesso piatti di antiche ricette (molte delle quali vegetariane) raccolte, via via nel tempo, nei più antichi monasteri di tutta la Bulgaria.

Il Monastero di Rila, Patrimonio Unesco in una cornice da sogno

Attrazione turistica chiave per molti bulgari e stranieri che, in qualsiasi stagione dell’anno accorrono a visitarlo, il Monastero di Rila è un vero gioiello spirituale che ama farsi fotografare da ogni angolo.

Situato a circa 130 km da Sofia, e raggiungibile dalla stessa con un’escursione giornaliera al prezzo di 70 Lev (all’incirca 35 Euro), il “Rilski Manastir” è senz’altro il maggiore e più famoso Monastero di tutta la Bulgaria.

Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1983, il Monastero sorge a circa 1147 metri di altitudine, nel cuore dello splendido massiccio montano di Rila, e a circa 8 ore a piedi da Musala, la più alta vetta di tutti i Balcani.

Incastonato in una valle ricoperta di foreste a sud della capitale, il Monastero di Rila ammalia il visitatore per i suoi colori e le sue architetture perfettamente equilibrate.

BulgariaBulgaria

Fondato nel X secolo da monaci eremiti, in particolare dal Santo Giovanni di Rila, nel susseguirsi dei secoli è stato più volte ampliato, impreziosito e ricostruito, tanto da assomigliare oggi, più che ad un monastero, ad una fortezza.

Luogo di pace, il “Rilski Manastir” è un capolavoro dell’architettura rinascimentale bulgara del XIX secolo ed una tra le 8 bellezze della Bulgaria da non perdere secondo la Lonely Planet. Se la chiesa principale ospita affreschi, intagli meravigliosi ed icone risalenti al quattordicesimo e diciannovesimo secolo, l’opera d’arte più preziosa, contenuta all’interno, è sicuramente l’iconostasi di legno di noce.

Ad incantare gli occhi del visitatore resta però l’esplosione di colori dell’esterno della chiesa, completamente ricoperta di splendidi affreschi. Il monastero ha anche una propria e ricca biblioteca con circa 20 mila volumi tra antiche agiografie e vangeli.

Bulgaria

Per chi volesse approfittare della quiete della natura che circonda, con le sue alte montagne, questo luogo magico, nel Monastero è anche possibile pernottare. Un’ultima curiosità da non perdere: non dimenticate di riportare al rientro dal vostro viaggio da Rila 1 Lev come ricordo. Dal 1999, infatti, il retro della banconota vede raffigurato proprio questo Monastero dall’inaspettato splendore.

Bulgaria

LEAVE A REPLY