Home News Le mini rane brasiliane, minuscole e letali

Le mini rane brasiliane, minuscole e letali

SHARE
mini rane brasiliane

Sono minuscole, piccolissime, si adagiano su un dito di una mano… eppure sono incredibilmente letali e velenose: si tratta delle mini rane brasiliane, da poco scoperte nella foresta pluviale brasiliana.

Mini rane ma velenosissime

Le mini rane sono lunghe poco più di un centimetro, anche meno, e sono tra i più piccoli vertebrati terrestri. Ma il loro adattamento a vivere in ambiente piccolissimi contribuisce alla loro perfetta strategia: possono uccidere in modo silenzioso e nascosto. A trovarle sono stati i ricercatori dell’Università federale del Paranà, che ne hanno fornito una dettagliata descrizione sulla rivista PeerJ.

Appartengono al genere Brachycephalus

Così è partita la classificazione delle nuove specie di mini rane: innanzitutto, appartengono al genere Brachycephalus, identificato per la prima volta nel 1842 dal naturalista tedesco Johann Baptist von Spix. Fino ad ora ne erano note solo 21 specie, scoperte per caso a causa dell’inaccessibilità dei luoghi in cui si erano adattate a vivere. Ed è così che è avvenuta anche l’ultima scoperta. Le mini rane vivevano nascoste sulle alture dei monti, dove le temperature sono più miti.

Simili ma profondamente diverse

Le mini rane sembrerebbero abbastanza simili fra loro, ma in realtà sono profondamente diverse. Si distinguono in base alla colorazione e alla rugosità della pelle che, proprio sul dorso contiene una potente tossina usata come arma di difesa dai predatori.

La verità è che gli scienziati temono anche per la loro sopravvivenza. Essendo letali, le loro foto potrebbero indurre molti a ‘ucciderle’ come si trattasse di veri serial killer, pertanto hanno indugiato ad inserire nuove foto delle mini rane appena scoperte. La loro sopravvivenza, inoltre, è già seriamente minacciata dai cambiamenti climatici in atto.

Le mini rane della specie Brachycephalus

“La prima specie di Brachycephalus  – si legge su National Geographic – fu descritta nel 1824, ma la maggior parte degli esponenti del genere sono emersi negli ultimi 15 anni. Ciò è dovuto in parte alle difficoltà di raggiungere le zone remote in cui vivono”.

Le sette nuove specie di mini rane si aggiungono alle 21 già conosciute del genere Brachycephalus.

Benché si sappia ben poco sulla consistenza della loro popolazione, gli scienziati sono molto preoccupati per il futuro delle mini rane. Questi animali vivono su una o poche vette adiacenti coperte di foreste pluviali di montagna e sono quindi a rischio di estinzione. Questa foresta è, purtroppo, anch’essa molto sensibile ai cambiamenti climatici.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.dailygreen.it/home/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353

LEAVE A REPLY