Home News Milioni di api vittime dello spray

Milioni di api vittime dello spray

SHARE
api

Veleni incontrollati. La follia del’uomo uccide milioni di api in una disinfestazione destinata alle zanzare portatrici di virus Zika.

Imperdonabile errore umano: milioni di api uccise dallo Zika Mosquito Spray

Tutto è avvenuto durante un controllo della popolazione di zanzare che trasportano il virus Zika nella Carolina del Sud: dopo la sperimentazione del disinfettante e dopo aver spruzzato ettari di terreno nel South Carolina con l’ insetticida, i cittadini locali si sono accorti del “danno collarale”, trovando milioni di api morte, intere colonie spazzate via in un colpo solo.

Le aziende che lavorano per la produzione del miele nella zona, non informati circa l’operazione, hanno visto sterminate intere colonie, per non parlare della quantità di animali trovati morti nelle strade.

Le disinfestazioni locali periodiche sono  prassi comune negli Stati Uniti, ma questa volta qualcosa è andato storto, molto probabilmente per via del metodo con il quale l’operazione è stata effettuata: per la prima volta infatti, la disinfestazione è stata fatta con gli aerei e non, come di solito, con i camion. In questo modo gli alveari situati sugli alberi più alti sono stati colpiti dallo Zika Mosquito Spray. Gli aerei si sono alzati in volo al mattino tra le 6 e 30 e le 8 e 30, un orario in cui le api lasciano l’alveare per la loro consueta attività. Durante la notte invece, esse tornano all’interno degli alveari e, se la disinfestazione fosse avvenuta in questa fascia oraria, esse avrebbero avuto molte più probabilità di sopravvivere.

Secondo il Washington Post lo Zika Mosquito Spray conteneva  Naled, un pesticida accusato della morte di milioni di api in tutta la contea. Il Naled è molto comune negli Stati Uniti ed è abitualmente utilizzato per il controllo delle zanzare dopo uragani o alluvioni per frenare le malattie portate dagli insetti. Sul suo sito web, l’EPA (Agenzia americana per la protezione ambientale) riporta i rischi di morte per le api che ne vengono in contatto e ne raccomanda l’uso “tra il tramonto e l’alba, quando le api non sono fuori per il foraggiamento.”

Lo sterminio delle api mette in pericolo la vita sul pianeta terra

Ancora un grave errore della superficialità umana ha causato la morte di milioni di api,  piccoli animaletti in grado di regolare il ciclo della fioritura. Lo sterminio delle api  infatti, mette in serio pericolo la capacità della terra stessa di produrre frutti e quindi nutrimento per l’intero pianeta. Le api sono uno degli anelli piú importanti dell’ecosistema globale e sostanziali per la vita.  Per questo, l’Europa ha vietato la vendita dei tre più aggressivi pesticidi usati in agricoltura ma, dalla fine degli anni ’90, si sta registrando una forte diminuzione della loro popolazione. Errori come quello avvenuto negli Stati Uniti sono assolutamente imperdonabili.

La contea ha chiesto scusa.

LEAVE A REPLY