Home Mediagallery Modì, Testa di Balena contro il razzismo

Modì, Testa di Balena contro il razzismo

SHARE
Modì testa di balena

Lo dice lui stesso: “Il mio nome, Modì, non ha niente a che fare con Capossela (di cui ricorda il titolo di una canzone), ma è un omaggio al mondo dell’arte”. Giuseppe Chimenti, in arte Modì, non apprezza accostamenti fuori luogo. E, nella scena del pop italiano, non vuole in alcun modo neppure essere etichettato come cantautore. Preferisce – sottolinea in una delle sue ultime interviste  – “sperimentare e ricercare sul suono”. Ed è quello che ha fatto con l’ultimo disco che uscirà, con tutta probabilità, a settembre (il cui titolo potrebbe essere proprio Testa di Balena).

Modì, Testa di Balena contro il razzismo

Dopo il primo LP Il Suicidio della Formica Chimenti torna di nuovo a trattare, come lui stesso racconta, “tematiche che non riguardano la politica, ma che paradossalmente sono più politiche di quelli che ne parlano“. Ed è proprio così.

Il nuovo brano, dal ritmo trascinante ed estivo, tratta dietro una finta leggerezza il tema della diversità e dell’accoglienza. E lo fa senza esasperare, nonostante questi tempi bui in cui si dibatte, secondo noi senza ragione di Ius Soli, lo richiederebbero.

Nel videoclip Giuseppe ha raggruppato un insieme di persone di diversa origine ed etnia e le ha fatte ballare al parco Sangalli, a Torpignattara (Roma), uno dei luoghi di ricreazione più simbolici del quartiere, ormai noto come il più multietnico d’Italia.

Nel video tutti ballano liberamente come Aaron che viene dal Bangladesh o Wang, cinese, che gestisce un bar a Torpignattara.

Modì, il videoclip originale girato a Torpignattara

La produzione del videoclip a low budget è di RECkless PROject, la regia e il montaggio sono a cura di Dario Magnolo e, probabilmente non proprio a caso, contengono una citazione al film “Mommy” di Xavier Dolan, giovanissimo regista canadese che ha, da sempre, focalizzato la sua attenzione riuscendo in una perfetta armonia a districarsi con inusitata leggerezza su temi tanto profondi quanto complessi.

La sorpresa del videoclip è proprio nel linguaggio: una sequenza semplice che lo rende ancora più originale ed invita tutti ad “allargare” lo sguardo oltre il muro o… dentro il muro, secondo i punti di vista, ma in uno dei muri più interetnici d’Italia.

Il prossimo videoclip di Modì è stato girato all’Eur e si intitola “Mirò” con la regia di Marco Bucci. Prima della canzone Testa di Balena Chimenti ha realizzato anche un quadro dall’omonimo titolo.

 

LEAVE A REPLY