Home Green Economy Network sicurezza offshore, presentato il nuovo Indicatore

Network sicurezza offshore, presentato il nuovo Indicatore

SHARE
Network
Si è svolta lo scorso 15 dicembre a Milano la presentazione del network sicurezza offshore, un nuovo indicatore della Sicurezza delle attività energetiche.

Si è svolta lo scorso 15 dicembre a Milano in occasione dell’evento Il network per la sicurezza offshore – Risultati 2016, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Sicurezza UNMIG insieme all’Università di Milano-Bicocca, la presentazione di un innovativo strumento per la valutazione della sicurezza delle operazioni offshore che consentirà una facile comprensione dell’esito di tutte le azioni per la sostenibilità dell’oil & gas in Italia.

Network per la sicurezza offshore, l’evento milanese

Il nuovo indicatore per la sicurezza presentato all’evento Il network per la sicurezza offshore – Risultati 2016

Prevista la sua operatività per il 2017, questo “Indicatore sintetico della Sicurezza delle attività energetiche” consentirà la misurazione, la valutazione e il confronto dell’esito complessivo di tutte le azioni a tutela della sicurezza dei lavoratori, degli impianti e dell’ambiente, implementate per le operazioni offshore in Italia. Si tratta di uno strumento profondamente innovativo, il cui prototipo applicato al settore idrocarburi offshore è già operativo per il 2016.

Network
L’ing. Terlizzese ha presentato all’evento “Il network per la sicurezza offshore”, un innovativo strumento per la valutazione della sicurezza delle operazioni offshore.

Questo strumento è stato reso possibile dall’impegno collaborativo, unico nel suo genere in Italia, di un network formato da Enti (Università e Centri di Ricerca) e Corpi dello Stato, costituito dalla Direzione Generale per la Sicurezza delle attività energetiche (DGS UNMIG) presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Il progetto dell’Indicatore sintetico di Sicurezza è stato presentato dal Direttore Generale ing. Franco Terlizzese al convegno Il network per la sicurezza offshore – Risultati 2016 e ha visto la partecipazione di autorevoli rappresentanti delle amministrazioni regionali (Basilicata ed Emilia Romagna), delle associazioni ambientaliste (Greenpeace, Legambiente, WWF), delle aziende italiane leader nel settore dell’upstream (Edison ed ENI), di Università ed enti partner della DGS UNMIG (AMRA, INGV, Politecnico di Torino, RSE). “Nel contesto della delicata transizione verso una economia low carbon, che comporta una revisione delle direzioni strategiche delle aziende attive nell’industria upstream” – ha affermato Franco Terlizzese, Direttore Generale della DGS UNMIG – “i progetti avviati dalla nostra Direzione Generale con partner eccellenti ed esperti nel proprio campo mirano a realizzare le condizioni per una piena integrabilità e sostenibilità delle attività oil& gas in Italia. Questo processo implica lo sviluppo di tool innovativi e metodologie avanzate per il monitoraggio, la prevenzione e la mitigazione dei rischi, che si collocano all’avanguardia non solo in Europa ma anche a livello internazionale”. “Questo progetto” – ha continuato Terlizzese – “è volto a soddisfare le prescrizioni della Direttiva 2013/30/UE sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi ma anche a facilitare il dialogo con amministrazioni locali e cittadinanza in merito alla sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente che è una condizione fondamentale per lo sviluppo economico del nostro territorio”.

LEAVE A REPLY