Dailygreen

Patagonia Fair Trade, un marchio green

Patagonia vanta il maggior numero di capi e prodotti realizzati in stabilimenti Fair Trade Certified™ rispetto a qualsiasi altra azienda di abbigliamento presente sul mercato. Per questa stagione, tutti i capi Better Sweater™ e Synchilla® Snap-T®, due delle linee best seller di Patagonia, sono confezionati in stabilimenti con certificazione Fair Trade. Oggi l’etichetta Fair Trade Certified™ accompagna il 38% della produzione complessiva dell’azienda californiana che, aderendo al programma, ha concretizzato la possibilità di sostenere direttamente i lavoratori che realizzano questi capi d’abbigliamento.

Patagonia Fair Trade, un marchio green

La partecipazione di Patagonia al programma promosso da Fair Trade è cresciuta rapidamente nel corso del tempo: dalla partenza nell’autunno 2014 con soli 10 capi Fair Trade, confezionati in un unico stabilimento tessile, al lancio della prima linea completa al mondo di board short e costumi Fair Trade Certified™ nella primavera 2017. Oggi, per l’autunno 2017, Patagonia propone ben 480 capi Fair Trade realizzati in 14 aziende tessili differenti.

Patagonia Fair Trade, un’azienda equa e sostenibile

Il programma Fair Trade è la strategia a medio termine adottata da Patagonia per ottenere retribuzioni più eque all’interno dell’industria tessile. Patagonia corrisponde infatti un premio in denaro direttamente ai lavoratori che realizzano prodotti Fair Trade: questo bonus viene versato in un fondo a cui essi accedono senza intermediazioni di sorta, decidendo poi in modo autonomo come investirlo. Poiché quindi ciascun capo Fair Trade consente agli operai di beneficiare di una gratifica in denaro, Patagonia ha scelto per il programma prodotti in grado di garantire un elevato volume di vendita e guadagni significativi.