Home Eco Cultura Penna, due giornate in suo ricordo

Penna, due giornate in suo ricordo

SHARE
Penna

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente comunicato stampa da parte dell’Associazione Casapoesia

Amiche di Penna, in ricordo del celebre poeta umbro

Perugia – Il 20 e 21 marzo si terrà a Perugia Amiche di Penna, un evento di due giorni per ricordare il celebre poeta umbro. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Casapoesia con il sostegno della Consigliera di Parità della Provincia Gemma Bracco e del Centro per le Pari Opportunità della Regione e con la collaborazione di Uthopia, si terrà in vari luoghi della città umbra particolarmente legati alla vita e alle opere di Sandro Penna. Si parte domenica mattina alle 10 dalla Temporary Academy di Via dei Priori 13 con la mostra degli studenti dell’Accademia di Belle Arti dedicata a Sandro Penna e curata da Mario Consiglio, alla presenza del prof. Paolo Belardi, per poi proseguire con una suggestiva visita alla casa natale del poeta perugino, insieme a Vanni Capoccia della Società Mutuo Soccorso.

Il pomeriggio dalle 17 al Caffè di Perugia (sede dell’antica bottega del padre del poeta perugino) un reading a cura di Corsia Of con Chiara Meloni, Debora Renzi, Matteo Svolacchia introdurrà la conferenza Il poeta e la città, con Alfonso Berardinelli, Annalisa Comes, Giuseppe Leonelli e introdotta da Nicola Mariuccini, alla presenza del direttore del dipartimento di Lettere dell’Università di Perugia, prof. Mario Tosti. La sera, alle 21, presso l’Osteria A Priori si terrà, invece, una cena letteraria con Caterina Fiocchetti e Andrea Rellini (gradita prenotazione alla mail mangiabene@osteriaapriori.it). Lunedì 21, Giornata Mondiale della Poesia, alle 17, presso la Sala Cutu del Teatro di Sacco reading a cura di Paola Minaccioni e Barbara Bracci (direttore artistico dell’evento), introdotte da Roberto Biselli. Il coordinamento musicale della manifestazione è affidato alla cura di Mirco Bonucci, nel ruolo di art director è stato designato Marco Andrea Fichera mentre la parte fotografica è stata delegata a Cristiano Pelagracci.

LEAVE A REPLY