Home Sport Quattro leggende del tennis per la “Grande Sfida”

Quattro leggende del tennis per la “Grande Sfida”

SHARE
tennis

Appassionati di tennis questa notizia è tutta per voi. Il 17 e 18 ottobre, prima a Genova e poi a Milano, andrà di scena la terza edizione del quadrangolare la “Grande sfida” del tennis che, per l’occasione, riporterà in Italia dopo sei anni una tappa dell’Atp Champions Tour, il circuito riservato alle vecchie glorie della racchetta.

La grande sfida del tennis, in scena a Genova e a Milano

Protagonisti delle due serate italiane quattro vere e proprie leggende dal nome di John McEnroe, Ivan Lendl, Michael Chang e Goran Ivanisevic. Due numeri 1 e due numeri 2 del mondo, un totale di diciassette tornei del Grande Slam vinti nell’arco delle loro carriere e un’infinità di sfide indimenticabili e di battaglie all’ultimo sangue.

Battaglie come quella, nel lontano 1984 nella finale del Roland Garros, fra “SuperMac” e “Ivan il terribile” finale che regalò proprio al tennista ceco, dopo quasi cinque ore di intense emozioni e strabilianti colpi, la sua prima vittoria in un torneo del grande Slam. O come quella tra lo stesso Lendl e l’allora diciassettenne Chang sempre sulla terra rossa parigina ma nel 1989, la più famosa forse, quella che verrà sempre ricordata per la battuta dal basso che il piccolo ma furbetto Michael tirò fuori dal cilindro nel bel mezzo del quinto set mandando in completo delirio gli spettatori presenti.

Le battaglie più dure di “cavallo pazzo”

Le battaglie più dure invece “cavallo pazzo” Goran Ivanisevic le fece proprio contro se stesso e la sua estrema fragilità che, su quarantanove finali raggiunte, gli permise di vincerne solo ventidue. Una, però, davvero storica, nel 2001 a Wimbledon, visto che riuscì a entrare in tabellone solo grazie ad una wild card degli organizzatori.

Ma ora basta con il passato e i ricordi, la nuova, “Grande Sfida” sta per iniziare e allora non ci resta che attendere il verdetto del campo. Oltre ai match ufficiali ci saranno comunque altri eventi collegati che vedranno soprattutto il coinvolgimento del pubblico: un torneo vintage che consentirà agli spettatori prescelti di misurarsi con racchette di legno e un torneo under 12-14-16 chiaramente dedicato ai soli giovani.

LEAVE A REPLY