Home Green Economy Riciclo aperto, Lucart aderisce

Riciclo aperto, Lucart aderisce

SHARE
Riciclo aperto, Lucart aderisce all'iniziativa

Anche quest’anno Lucart ha aderito all’iniziativa “Riciclo Aperto”, la campagna sulla filiera del riciclo della carta promossa da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, in collaborazione con la Federazione della filiera della carta e della grafica, Assocarta e Assografici e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di Anci, Utilitalia, Unirima, Fise Assoambiente e Fise Unire.

Riciclo aperto, Lucart aderisce ad iniziativa

Lucart aprirà le porte dello stabilimento di Diecimo ai visitatori (scuole, cittadini, dipendenti e giornalisti) nelle giornate di venerdì 28 aprile dalle ore 9 alle ore 17 e sabato 29 aprile dalle ore 9 alle ore 13. È possibile prenotare una visita guidata dello stabilimento, con l’ausilio delle “Eco-Guide” di Lucart, presso il centralino dello stabilimento di Diecimo, telefonando al numero 0583 83701 e indicando l’orario preferito per la visita. Sono già oltre 600 gli studenti delle scuole primarie e secondarie di Lucca e provincia che hanno aderito all’iniziativa.

Riciclo aperto, obiettivo: far conoscere tutte le fasi

Obiettivo dell’iniziativa è far conoscere nel dettaglio le diverse fasi del ciclo produttivo di Lucart, che utilizza tecnologie d’avanguardia per il trattamento della carta da macero e per il riciclo dei cartoni per bevande tipo Tetra Pak®, da cui si ottiene una carta ecologica al 100% senza tagliare gli alberi. Il materiale che si ottiene dal recupero delle fibre di cellulosa presenti nei cartoni per bevande tipo Tetra Pak® è il Fiberpack®, che dà il nome al progetto virtuoso e pluripremiato che in soli 4 anni ha permesso di recuperare oltre oltre 2,8 miliardi di cartoni per bevande da 1 litro, salvando più di 1,2 milioni gli alberi con un risparmio di oltre 73.000 tonnellate di CO2e.

Riciclo aperto, chi è Lucart

Lucart, gruppo industriale italiano di respiro multinazionale, nato in provincia di Lucca nel 1953, è tra i principali produttori a livello europeo di carte monolucide, prodotti tissue (articoli in carta destinati al consumo quotidiano quali carta igienica, carta per cucina, tovaglioli, tovaglie, fazzoletti etc.) ed airlaid. Gli oltre 60 anni di attività hanno permesso all’azienda di sviluppare il know-how, l’esperienza e la tecnologia necessari per realizzare prodotti di qualità in grado di rispondere al meglio alle esigenze della clientela. Gli impianti produttivi nei vari stabilimenti del Gruppo consentono di realizzare un’ampia gamma di prodotti avendo il controllo su tutte le fasi del processo produttivo, dalla scelta delle materie prime sino alla definizione delle caratteristiche del prodotto finito. La capacità produttiva di Lucart è superiore a 300.000 tonnellate/anno di carta, ripartita su 10 macchine continue (di cui una per carta airlaid) e 58 linee di converting. Le attività produttive dell’azienda sono distribuite su 3 Business Unit (Business to Business, Away From Home e Consumer), impegnate nello sviluppo e nella vendita di diversi prodotti con brand distintivi tra cui Tenderly, Tutto, Grazie Natural e Smile (area Consumer); Lucart Professional, Tenderly Professional, Fato e Velo (area Away from home). Le gamme includono prodotti nati per soddisfare le esigenze di diverse tipologie di utenza, dalla grande impresa al consumatore finale. Il fatturato consolidato è di circa 400 milioni di euro e le persone impiegate sono 1.300, 7 gli stabilimenti produttivi (5 in Italia, 1 in Francia, 1 in Ungheria). Lucart rappresenta da sempre una realtà fortemente orientata all’innovazione sostenibile: è stata infatti la prima azienda italiana ad aver sviluppato la tecnica della disinchiostrazione dei maceri per la produzione di carta tissue e monolucida sottile per imballaggi flessibili; ha sviluppato il primo impianto in Italia in grado di recuperare le fibre di cellulosa presenti nei cartoni per bevande tipo Tetra Pak®, un progetto eco-rivoluzionario che ha permesso di ottenere una carta di ottima qualità nel pieno rispetto dell’ambiente. La qualità dei prodotti ed il rispetto dell’ambiente sono da sempre alla base delle scelte strategiche del Gruppo, ne sono esempio le varie certificazioni conseguite come Ecolabel (prima azienda italiana certificata), PEFCTM, FSC®, UNI EN ISO 9001 e 14001, OHSAS 18001. Lo stabilimento di Diecimo rappresenta una delle prime strutture industriali integrate, cartiera e converting nello stesso sito, a livello europeo per la produzione di carta tissue ad aver ottenuto la registrazione ambientale EMAS.

LEAVE A REPLY