Home C'era una volta Il primo contratto di Siouxsie & The Banshees

Il primo contratto di Siouxsie & The Banshees

SHARE

Il 9 giugno 1978 Siouxsie & The Banshees firmano il loro primo contratto discografico. Il mondo del music business spalanca così le porte a una band nata quasi per caso sull’onda dell’entusiasmo per i Sex Pistols e cresciuta rapidamente.

Una band nata per caso con Sid Vicious alla batteria

Il 20 settembre 1976 a Londra nel Club 100, considerato il tempio del punk, è in programma una lunga kermesse, chiamata un po’ pomposamente “Punk Festival”, che vede sul palco due band affermate, i Sex Pistols e i Clash, affiancate da due gruppi alla loro prima esperienza di fronte al pubblico: i Subway Set di Vic Godard e i Siouxsie & The Banshees. Proprio ultimi, pur suonando non più di venti minuti per… carenza di brani attirano l’attenzione del pubblico. Sono una band raccogliticcia e improvvisata, ma la loro leader, Siouxsie Sioux, all’anagrafe Susan Janet Dallion, affascina il pubblico con la sua personalità carismatica e inquietante. Per l’occasione le sono accanto due chitarristi, Steve “Bailey” Severin e Marc Pirroni, che diventerà uno dei pilastri degli Adam & The Ant, nonché un improbabile batterista che risponde al nome di John Beverly, ma da tutti è chiamato Sid Vicious. Anche lui diventerà famoso qualche tempo dopo cambiando strumento e diventando il bassista dei Sex Pistols. Dopo una partecipazione, insieme ai Sex Pistols, al programma televisivo “Today” sul canale Thames TV, la formazione subisce alcune sostanziali variazioni. Marc Pirroni se ne va e viene sostituito prima da Peter T. Fenton e poi da John McKay, mentre Kenny Morris prende il posto di Sid Vicious alla batteria. Per un breve periodo al gruppo si unisce anche il bassista Steven De Ville.Non sarà l’unico cambiamento in un gruppo in cui la popolarità di Siouxsie, da tutti considerata ormai la dark lady del punk, oscurerà sempre quella dei suoi compagni.

Suggestioni scure, atmosfere tenebrose

Quando firmano il contratto discografico con la Polydor i Siouxsie & The Banshees hanno suoni inconfondibili. La loro musica, così diversa dall’hardcore tipico dei gruppi emuli dei Pistols si nutre di suggestioni scure, con atmosfere tenebrose, sonorità cupe e distorsioni snervanti rese ancor più particolari dalla voce profonda della leader Siouxsie Sioux. Due mesi dopo aver firmato il contratto discografico con la Polydor pubblicheranno il loro primo singolo Hong Kong garden che scalerà le classifiche di vendita britanniche fino al settimo posto. Nel dicembre dello stesso anno uscirà l’album The Scream, il primo di una lunga e fortunata serie. Non si fermeranno più. Dopo la fine del punk la voce di Siouxsie percorrerà sempre nuove strade senza conoscere declino mentre i suoi compagni, a parte il fedele Severin, cambieranno spesso con il mutare dell’umore della dark lady e delle stagioni.

 

SHARE
Previous articleOceani, una zuppa di plastica
Next articleCristina Bowerman: «Il mio? Un menù sostenibile»
Scrivere è il mio principale mestiere, comunicare una specializzazione acquisita sul campo. Oltre che per comunicare scrivo anche per il teatro (tanto), il cinema e la TV. È difficile raccontare un'esperienza lunga una vita. Negli anni Settanta ho vissuto la mia prima solida esperienza giornalistica nel settimanale torinese "Nuovasocietà" e alla fine di quel decennio mi sono fatto le ossa nella difficile arte di addetto stampa in un campo complesso come quello degli eventi speciali e dei tour musicali. Ho collaborato con un'infinità di riviste, alcune le ho anche dirette e altre le dirigo ancora. Ho organizzato Uffici Stampa per eventi, manifestazioni e campagne. Ho formato decine di persone oggi impegnate con successo nel settore del giornalismo e della comunicazione. Ho scritto e sceneggiato spot e videogiochi. Come responsabile di campagne di immagine e di comunicazione ho operato anche al di fuori dei confini nazionali arrivando fino in Asia e in America Latina. Dal 1999 al 2007 mi sono occupato di storia e critica musicale sul quotidiano "Liberazione".

LEAVE A REPLY