Home Sport Sport e natura, la magia del biathlon ad Anterselva

Sport e natura, la magia del biathlon ad Anterselva

SHARE
Biathlon
Gennaio è il mese del Biathlon ad Anterselva, nel nostro Alto Adige. Una disciplina esaltante e suggestiva anche per il contesto naturale in cui si svolge.

Dici Anterselva, scrivi Biathlon. È un binomio ormai collaudato da anni quello che si mette in moto ogni gennaio in questa splendida valle dell’Alto Adige quando, in questi luoghi incantati, va in scena la tappa italiana della Coppa del mondo di Biathlon. E le attese per l’edizione 2018 non sono state deluse: migliaia di spettatori provenienti da tutto il mondo, intrattenimento e divertimento no-limits e spettacolo garantito dalle varie gare in calendario. Mentre in campo maschile vi sono stati due protagonisti assoluti come il norvegese Johannes Boe e il francese Martin Fourcade, più variegato è stato il campo delle donne grazie alla norvegese Tiril Eckhoff, alla tedesca Laura Dahlmeier e alla bielorussa Darya Domracheva. C’è da dire che l’edizione 2018 era particolarmente attesa per svariati motivi ma, in particolare, per incominciare a testare l’organizzazione generale in vista del prestigiosissimo appuntamento del Mondiale 2020 quando Anterselva diventerà, per due settimane, la vetrina internazionale più attesa per gli appassionati di Biathlon.

Cos’è il biathlon e i vari format di gara

Disciplina sportiva pressoché ignorata dal grande pubblico italiano ma particolarmente conosciuta in terre di grandi tradizioni come Russia, Germania, Norvegia e Francia, il biathlon ha comunque scalato posizioni negli ultimi anni anche nel nostro paese sia in campo femminile che in quello maschile grazie alle splendide performance di atleti come Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Lukas Hofer e Dominik Windisch. E questo non può che incoraggiare i tifosi italiani delle discipline invernali specie in vista delle imminenti Olimpiadi sudcoreane di Pyeongchang. Ma cos’è il Biathlon? In cosa consiste? Ha certamente origini militari, legate al presidio del territorio in zone di montagna e coperte di neve per la maggior parte dell’anno.

Biathlon
Il norvegese Johannes Boe durante la gara di inseguimento di Anterselva

È l’unione di due differenti discipline, lo sci di fondo in tecnica skating e il tiro al poligono e ha come obiettivo principale quello di colpire tutti i bersagli, senza incorrere in penalità, sia in posizione prona che in piedi cercando di percorrere, nel più breve tempo possibile, il circuito di gara. Esistono diversi format di gara: sprint, inseguimento, individuale e mass start, ognuna con caratteristiche proprie. La popolarità del Biathlon è planetaria se pensiamo alle suggestive e molto partecipate tappe di Coppa del Mondo di Ostersund (Svezia), Oberhof e Ruhpolding (Germania), Nove Mesto (Repubblica Ceca) e la nostra Anterselva, solo per citare alcune delle più rinomate località. E, come già accennato, proprio la cittadina dell’Alto Adige sarà protagonista assoluta nel 2020 con l’organizzazione dei Mondiali di Biathlon. E non esageriamo nel dire che, già da ora, si annuncia un’edizione unica e irripetibile per questa disciplina sportiva, calata nell’ambiente incontaminato delle Alpi, caratterizzata da paesaggi mozzafiato al limite dell’incanto e in mezzo a tanta natura.

LEAVE A REPLY