Home Ecoturismo Esslingen, un salto nel Medioevo (a Natale)

Esslingen, un salto nel Medioevo (a Natale)

SHARE
Esslingen

Siamo nella Germania sud occidentale, in pieno verde. Il treno della linea S1 lascia la stazione di Stoccarda e, costeggiando il fiume Neckar, s’inoltra nella campagna: dopo venti minuti circa si ferma alla stazione di Esslinger, centro situato nel land del Baden-Württemberg e, oggi, fiorente polo industriale.

Esslingen: una passeggiata indietro nel tempo

Una breve passeggiata nella centrale zona pedonale e si delinea, a guardia di un ponte, una torre antica a base quadrata, attraversata da una lunga freccia come un corpo umano colpito in pieno petto: è l’accesso al vecchio quartiere medioevale.

L’architettura delle antiche case cattura l’attenzione per i vari colori e l’intelaiatura a tralicci di legno a vista, presente anche negli edifici pubblici. Gli stretti vicoli contrastano con le piazze ampie, mentre svettano le chiese in mattoni scuri di stile romanico e gotico: la costruzione di San Dionigi del sec. XIII° ha due torri collegate da una passerella in legno e vetrate multicolori mentre la chiesa di San Paolo, dell’ordine dei mendicanti, vanta l’onore di essere la più antica della Germania.

La cittadina di Esslingen infatti, risale ai tempi di Carlo Magno ed era una città mercantile e agricola. Dopo il 1209 appartenne alle città libere imperiali per poi essere fortificata da Federico II°.

L’esperienza del Mercato Medievale di Esslingen

Nel periodo di Avvento, il quartiere medioevale ritrova la sua antica essenza nella ricostruzione del mercatino natalizio medioevale: profumi di spezie orientali si mescolano a quello degli arrosti allestiti su bracieri mentre, intorno ai banchi di mercanzie e ai laboratori artigianali, si aggirano indaffarati i venditori in costumi medioevali. Tintori, vetrai e fabbri, qui sono tutti a lavoro. Sembrano, più che comparse, uomini e donne del tempo per il modo di atteggiarsi, per le barbe bionde, per il taglio dei capelli. Nella piazza anche i giochi del passato: una piccola ruota panoramica in legno solleva di qualche metro i bambini seduti in contenitori.

Il mondo del passato interagisce con i visitatori e li intrattiene. Forse è per questo che il mercatino medioevale di Esslingen è tanto amato dai tedeschi, che ritrovano uno spaccato del loro passato storico e nazionale, salvato quasi interamente dai bombardamenti dell’ultima guerra mondiale.

LEAVE A REPLY