Home Green in Action Il nuovo sport eco friendly

Il nuovo sport eco friendly

SHARE
Stadio a porte chiuse

L’arrivo sulla scena mondiale di Internet e di tutte le attività conseguenti alla sua enorme diffusione permette oggi di poter godere dello spettacolo dello sport in una maniera diversa. Senza dubbio si tratta di una modalità di fruizione dello spettacolo sportivo eco-friendly, dato che evitare di doversi muovere da casa implica sicuramente un minore dispendio di energie e dunque uno spreco minore di risorse come il combustibile. In questo modo ecco che il rispetto per il pianeta Terra diventa sempre più evidente da parte di tutti, in special modo di quegli appassionati di calcio che amano recarsi ogni due domeniche allo stadio e dispongono di un mezzo proprio il quale contribuisce immancabilmente a inquinare l’atmosfera. La ripresa del campionato di Serie A 2019-20 in programma in questi giorni e che prevede l’assenza di pubblico è una delle misure che, come accade anche negli altri paesi, aumenterà ulteriormente la moda degli ultimi anni di poter assistere alle partite di calcio o altri sport principalmente via tv, il che allontana l’entusiasmo dai calciatori ma evita molti sprechi.

Non si pensi solamente allo spostamento dei tifosi e di tutti gli addetti ai lavori delle zone circostanti lo stadio, autentiche città che vivono di poche ore di molto lavoro una volta ogni due settimane, ma anche alla mancata produzione di immondizia in quantità industriale e utilizzo di piatti, bicchieri o fazzoletti di carta per il catering. Il campionato di Serie A, infatti, è il principale spettacolo calcistico di tutto il paese e dura quasi nove mesi, periodo nel quale per la manutenzione degli stadi vengono spese molte risorse energetiche e umane. Dopo la ripresa di questo torneo, nel quale le principali quote delle scommesse sul calcio vedono la Juventus come la grande candidata alla vittoria, tutti gli spettatori saranno costretti a vedere le partite da casa fino alla fine dello stesso. Motivo che, ovviamente, permetterà sia di gestire meglio il proprio tempo evitando così stress personale, ma anche di scongiurare ingorghi di traffico cittadino i quali sono una delle principali dimostrazioni di come ogni anno esistano sempre più veicoli inquinanti a piede libero nelle città di tutto il mondo.

Lo stesso vale in qualche modo per i videogame e i film che si possono vedere dal proprio divano di casa. Per quanto riguarda la prima categoria parliamo di un tipo di divertimento collegato ormai da più di trent’anni con il comfort della propria abitazione. Le principali console per videogiochi sul mercato, come la PlayStation e la Xbox, sono le preferite degli adolescenti per poter divertirsi senza uscire di casa. Se invece pensiamo a un rango d’età più elevato è ovvio che l’opzione di poter godere di un Home Cinema nelle proprie quattro mura è una delle più gettonate, soprattutto per le famiglie con dei bambini o per le coppie, che in questo modo vedono come la propria casa si trasforma in una sorta di drive-in vecchio stile. Sempre all’insegna di consumi minimi e totalmente sostenibili.

LEAVE A REPLY