Home News Misure anti-covid, sì a mascherine ecologiche

Misure anti-covid, sì a mascherine ecologiche

SHARE
Mascherina ecologica anti-covid

La crisi ambientale causata dallo smaltimento delle mascherine adottate per contrastare la diffusione del virus Covid 19, ora ha una soluzione: la mascherina filtrante protettiva lavabile fino a 20 volte di A&R Pharma, dispositivo medico di Classe 1 CE (registrato al Ministero della Salute al numero 1945649), che ha caratteristiche uniche di sicurezza contro le contaminazioni da e verso le persone, grazie a un indice di efficienza di filtrazione batterica (BFE), nei due sensi, il più alto tra i Dispositivi Medici per la Collettività, in particolare rispetto a quelli che lo Stato mette a disposizione delle scuole, le Chirurgiche di classe 1.

Le mascherine A&R Pharma hanno infatti un indice BFE in entrata del 98,7 e in uscita del 98,5, mentre  le mascherine Chirurgiche di classe 1  hanno  un indice di filtrazione del 96%  in uscita e in entrata (protezione per chi la indossa)  una filtrazione praticamente nulla (20%), per cui  proteggono solo gli altri e solo se la indossano tutti e sempre, circostanza che non si verifica mai. Basta che un infetto non la indossi e può contagiare tutti. Infine, dopo 4 ore, le chirurgiche di classe 1, non essendo idrorepellenti, perdono la capacità di filtrazione.

Inoltre essendo ‘usa e getta’, chi le adotta, produce una grande quantità di rifiuti indifferenziati da smaltire, mentre ogni mascherina A&R PHARMA si utilizza per 20 giorni. Al termine di ogni giornata, basta lavarla normalmente a 60 gradi in lavatrice o a mano. Dopo 20 lavaggi mantiene l’efficienza superiore al 96%.

Il test è stato eseguito con lo staffilococco aureo, secondo norme EU 14683:2019.

Fondamentale anche la idrorepellenza

Ricordiamo che l’efficacia di filtrazione viene misurata in base al protocollo ISO Uni per i batteri. Tali batteri, così come i virus che sono addirittura di dimensione più piccola, si propagano con il veicolo delle goccioline (sudore, starnuti o altro) e possono essere frenati solo da un dispositivo idrorepellente che crei barriera al loro passaggio (in entrata ed uscita). Le mascherine di A&R PHARMA hanno tra le caratteristiche essenziali anche  l’idrorepellenza.

Il problema ecologico

Lo smaltimento delle mascherine anti Covid è una emergenza.

Qualche numero: solo con 11 milioni di mascherine chirurgiche al giorno per gli studenti, si sforneranno quotidianamente 44 tonnellate di rifiuti da incenerire. In certe zone d’Italia, gli inceneritori non sono già più in grado di provvedere allo smaltimento.

Facciamo chiarezza sulle mascherine.

Dispositivi Medici per la Collettività: sono una categoria nuova di mascherine  riconosciuta di recente proprio in funzione anti Covid 19.

– Mascherine chirurgiche: solo quelle di Classe 1 sono per la collettività.

Le Chirurgiche di classe 2 e 3 non sono per la collettività, si applicano solo in ambienti sanitari. L’indice di filtrazione della classe 2 è del 94%. Anche le Chirurgiche di classe 3 sono esclusivamente da sala operatoria e proteggono gli altri, non chi le indossa.

– Le mascherine FFP sono dispositivi di protezione individuale  (DPI) e non collettiva; quelle di classe 3, senza valvola, le più protettive, hanno un indice di filtrazione del 98%;  quelle con valvola sono fatte per proteggere solo chi le indossa da ciò che di malsano potrebbe respirare. Le FFP in alcuni casi sono riciclabili, ma mai lavabili. Si possono sanificare con particolari procedure. In alcuni Paesi sono perfino vietate.

– Infine le mascherine  ‘fai da te’, prodotte da case di moda o improvvisate con sciarpe e fazzoletti non proteggono nessuno. Ovvero non esistono studi che ne attestino l’efficacia di filtrazione, che, ricordiamo tra l’altro,  viene misurata  in base al protocollo ISO Uni per  i batteri e non per i virus che sono di dimensione più piccola.

Caratteristiche A&R Pharma

– Le mascherine A&R PHARMA sono un prodotto etico: utilizza infatti solo parzialmente fibre necessarie in ambito sanitario, per non consumare il prezioso ingrediente; l’efficacia antibatterica la si ottiene grazie alla particolare struttura a 2 strati  e con appositi bagni.

– Inoltre sono trattate con Aloe per evitare arrossamenti in  caso di pelli sensibili.

– Le fibre non si inquinano lasciate all’aria aperta, come accade invece per il cotone.

– Gli studi sono stati eseguiti dagli autorevoli laboratori:  Biochem e Università di Sassari;  il prodotto ha avuto tutti i riconoscimenti previsti dalle normative e direttive vigenti.

– Formati: la mascherina A&R PHARMA è disponibile  per adulti e bambini dai 6 anni.

– Sono comode da indossare perché elasticizzate e ben aderenti al viso. Ottima  la respirabilità con un coefficiente entro il range che è tra 40 e 60.

– Per garantire attività antimicrobica, il tessuto in doppio strato tubolare, innocuo per la salute umana, è stato sottoposto a specifici trattamenti a base di Zinco Pyritone (testato ISO 22196 OR ISO 20743- EPA Registered).

– L’impermeabilizzante è conforme a OEKO-TEX, requisiti standard 100 e ZDHC per evitare che le goccioline acquose passino la barriera del tessuto.

Sono numerosi i motivi insomma per preferire le mascherine A&R PHARMA quando si prevede un uso quotidiano di grandi numeri di dispositivi anti Covid: sono la scelta

  • più sicura,
  • più completa,
  • più etica verso l’ambiente e la società
  • e anche più economica per chi le acquista, perché il costo di un dispositivo va diviso per 20.

Altri usi: il dispositivo A&R Pharma è adatto anche come protezione delle vie respiratorie  da polvere, spray e altro materiale e per medicazioni casalinghe.

Colori per adulti: bianco, jeans, grigio, nero, verde, rosa, zebrato, camouflage.

Per bimbi: fondo bianco con soggetti colorati.

La confezione in buste in polipropilene, è appendibile e ha all’interno un comodo cartoncino bipatinato riciclabile sul quale è riportato il manuale d’uso.

La chiusura della busta tramite etichetta in carta adesiva indelebile non asportabile con codice a barre e Lotto, è sicura.

Ogni confezione può contenere 1, 2 o 3 mascherine.

In vendita in farmacia; la mascherina costa al pubblico al massimo 4 euro.

Per le farmacie: l’acquisto, essendo un dispositivo medico nato per il Covid 19, risulta esente dall’imposta sul valore aggiunto ai sensi del DL 19 Maggio2020,n.34,Art.124 comma 2.

 

CONSIGLI PRATICI

Come mettere la mascherina

  • Igienizzare le mani lavandole abbondantemente con acqua e sapone.
  • Rimuovere la mascherina dalla confezione.
  • Visualizzare il lato interno della mascherina che è evidenziato da fili colorati apposti ai lati.
  • Indossare la mascherina posizionando uno alla volta gli elastici dietro le orecchie.
  • Tirare la parte inferiore della mascherina verso il basso per coprire completamente naso, bocca e mento.

Come toglierla 

  • Prenderla dall’elastico, evitando di toccare la parte anteriore.
  • Lavarsi le mani.

Come manutenerla

  • È consigliato l’uso giornaliero e al termine il lavaggio.
  • Lavaggio a 60° in lavatrice o a mano senza ammorbidenti.
  • Resistenza dei trattamenti del tessuto: 20 lavaggi.

Come smaltirla

Terminato l’uso, smaltire in un sacchetto nei rifiuti indifferenziati.

Anche se si è positivi al Covid 19 o in quarantena obbligatoria, mascherine e guanti monouso, come anche la carta per usi igienici e domestici (fazzoletti, tovaglioli, carta in rotoli) vanno smaltiti nei rifiuti indifferenziati, possibilmente inseriti in un ulteriore sacchetto, secondo quanto previsto nel rapporto dell’ISS n°26/2020

LEAVE A REPLY