Home Eco Cultura Sandro Battisti, autore del Connettivismo

Sandro Battisti, autore del Connettivismo

SHARE
Connettivismo
La copertina di "Olonomico" dello scrittore del Connettivismo Sandro Battisti

Nel 2004 firma insieme ad altri personaggi della cultura il Manifesto del movimento del Connettivismo. È scrittore, attore cinematografico e conduttore di un programma radiofonico. Stiamo parlando di Sandro Battisti, eclettico intellettuale vincitore del Premio Urania 2015 Mondadori.

Sandro Battisti e il Connettivismo

Dal 2005, l’autore romano ha sviluppato un personale filone narrativo noto come “Impero Connettivo” pubblicando diversi racconti su NeXT, la fanzine del movimento connettivista, e con il fumetto Florian. Ha realizzato diversi lavori come PtaxGhu6, insieme a  Marco Milani (2010), Olonomico (2012) e L’impero restaurato (2015). Nel 2009, Sandro Battisti ha personalmente curato l’antologia di racconti connettivisti A.F.O. – Avanguardie Futuro Oscuro mentre suoi racconti sono apparsi nelle antologie Noir noSupernova ExpressFrammenti di una rosa quantica, Notturno alieno, Terra Promessa e The origins.

Connettivismo
Uno dei fondatori del Connettivismo, Sandro Battisti

Circa un decennio fa, Battisti ha inaugurato un inedito percorso fantascientifico che ha costituito la base della teorizzazione dell’Impero Connettivo. Ispirandosi alla storia dell’Impero Romano con l’inserimento di elementi fantastici ed esoterici e, sullo lo sfondo, il sempiterno tema della dominazione e della supremazia dell’uomo sull’uomo. Nello stesso periodo, Battisti ha redatto insieme a Giovanni De Matteo e Marco Milani, il Manifesto del Connettivismo, un movimento culturale che – come affermato in un’intervista rilasciata alla blogger di Ophelia’s friends e speaker radiofonica Stefania Romito – si propone di coniugare e sintetizzare estrapolazione scientifica e speculazione sociale, cerebrale ed empatica, costantemente borderline nei vari aspetti del conosciuto umano tentando, spesso e volentieri, di andare oltre il limite del conosciuto. È evidente, nelle intenzioni del Connettivismo, il tentativo di spostare le considerazioni sull’esistente oltre i limiti dell’incarnato, di per sé portatore di problematiche che impediscono di percepire il libero fluire dell’energia senziente che, al contrario delle limitazioni del mondo conosciuto, riesce a riempire l’essere di emozioni, percezioni e sensazioni. Non si può non apprezzare, nella prospettiva del Connettivismo, la carica di poesia, innovazione e carica di futuro. E proprio per allargare le potenzialità del movimento, Battisti, insieme ad altri connettivisti, ha recitato come attore nel cortometraggio La trentunesima ora.

LEAVE A REPLY