Home Ecoturismo Terme dei Papi, le antiche sorgenti di Viterbo

Terme dei Papi, le antiche sorgenti di Viterbo

SHARE

A soli due passi della splendida Viterbo si trovano le famose Terme dei Papi, dove è facile trovare il giusto relax e benessere tutto l’anno. Illustri personaggi nel corso della storia hanno amato curarsi e rilassarsi nella piscina monumentale o fare un benefico bagno di vapore nell’esclusiva grotta naturale.

Terme dei Papi, le antiche sorgenti di Viterbo

Nel cuore della Tuscia, 80 chilometri da Roma, già dai tempi dell’antica civiltà etrusca, la cultura delle terme era largamente diffusa a tal punto da ispirare e diventare un vero e proprio culto per tutta la successiva civiltà romana.

Nel medioevo le terme divennero addirittura una meta privilegiata dai pontefici, a partire da Papa Gregorio IX nel 1235, grazie alle loro azioni curative e benefiche. Anche Bonifacio IX divenne un assiduo frequentatore delle Terme di Viterbo ma solo nel 1450 Il Papa Niccolò V decise di costruirvi un vero e proprio centro termale personale, adornato da tutti i comfort e meraviglie architettoniche che solo un Papa poteva permettersi, e che vennero poi modernizzate dal Papa Pio II.

La bellezza e gli effetti curativi di queste terme non passarono inosservati neanche a due celebri artisti come Dante Alighieri, che le citò nella Divina Commedia “Quale del Bulicame esce ruscello che parton poi tra lor le peccatrici tal per la rena giù sen giva quello …” e per Michelangelo Buonarroti che, ispirato, ne disegnò degli schizzi a penna.

 Le azioni curative delle Terme

terme dei papi1

Lungo l’antica via Cassia sorgono le tre principali aree termali: Acqua Passeris, Paliano e Bullicame.

Dalla più importante delle sorgenti, la Bullicame, emerge l’acqua solfurea che, con i suoi 58°C, è ottima per la cura della affezioni croniche dell’apparato respiratorio e osteoarticolare. Per la sua composizione carbonico-ferruginosa quest’acqua è particolarmente indicata per il trattamento delle vasculopatie periferiche, così come in gastroenterologia, angiologia e stomatologia.

Dal fondale di un laghetto vulcanico, alimentato dalle diverse sorgenti termali, vengono estratti due tipologie di fanghi molto preziosi per le sue proprietà antinfiammatorie: quello lavico viene usato in trattamenti di fangoterapia e quello sorgivo per i trattamenti estetici. Il fango contiene numerosi microrganismi ed alghe nanobatteri, cianofilee, diatomee che, grazie a sostanze biologicamente attive, favoriscono l’attività terapeutica.

 La Spa delle Terme dei Papi

Alle Terme dei Papi, una stupenda piscina monumentale di 2.000 mq arricchita da getti d’acqua, è alimentata dalle acque della sorgente e circondata da ombrelloni e comodi lettini.

Il gioiello delle Terme dei Papi è senza dubbio la grotta naturale dalla quale fuoriesce l’acqua termale formando delle colonne di calcare ed emanando vapori benefici per la pelle, le vie respiratorie e per le articolazioni.

E’ davvero coinvolgente immergersi nella piscina ternale “Hydrosound” dove, tra diverse tonalità di luci soft, musiche di sottofondo, idromassaggio e getti d’acqua dai colli di cigno, vi lascerete trasportare dalla sensazione di completo relax immersi in un ambiente dove storia e innovazione tecnologica si sposano, ottenendo un perfetto effetto decontratturante e tonificante, dall’azione distensiva e vasoattiva.

Inoltre il percorso Kneipp e le docce sensoriali concluderanno il vostro ciclo di benessere.

Pacchetti Hotel+Spa

Alle Terme dei Papi potrete concedervi un weekend di coppia o approfittare del vantaggioso pacchetto Spa + Hotel, magari per un romantico bagno al chiaro di luna. Nel grazioso Hotel Niccolò V troverete tutte le comodità per trascorrere una vacanza possibile in tutte le stagioni, in un ambiente raffinato ed accogliente.

Info: www.termedeipapi.it

 

 

 

 

LEAVE A REPLY