Home News Essere vegetariani allunga la vita e difende l’ambiente

Essere vegetariani allunga la vita e difende l’ambiente

SHARE
vegetariani

Smettere di mangiare carne e diventare vegetariani o vegani, aiuterebbe a ridurre almeno della metà i gas serra e a rallentare gli effetti nocivi del cambiamento climatico. Questo quanto riporta l’ultimo Programma per l’ambiente delle Nazioni Unite.

Essere vegetariani aiuta la salute e l’ambiente

Recentemente, uno studio pubblicato su “Climate change” e condotto presso l’Università di Oxford, supporta questa tesi e quantifica la riduzione di gas mettendo a confronto l’alimentazione di 55mila tra carnivori, persone che non mangiano carne ma pesce, vegetariani e vegani dai 20 ai 79 anni.

Non è una novità che gli allevamenti intensivi producono una quantità enorme di gas serra e la stessa cosa vale anche per il trasporto e la conservazione degli alimenti.

Tenendo in considerazione tutte queste informazioni, lo studio di cui sopra arriva alla seguente conclusione: i carnivori sono responsabili dell’emissione di gas serra in misura doppia rispetto ai vegani.

Gli effetti sul clima sarebbero subito visibili

L’Huffington Post Usa Per, citando l’Environmental Working Group ha spiegato che, se tutti gli abitanti degli Stati Uniti diventassero vegetariani, l’effetto sul clima sarebbe come avere 46 milioni di autovetture in meno sulla terra. Sarebbe sufficiente quindi ridurre il consumo globale di carne bovina per diminuire del 90% il peso delle emissioni di gas serra provocate dalle attività agricole.

Alcuni ricercatori del Loma Linda University Medical Center in California, hanno scoperto che i vegetariani\vegani, non solo contribuiscono a difendere la terra dai gas serra, ma vivono molto più a lungo dei carnivori.

In questo studio sono stati confrontati vari modelli alimentari: dai vegetariani ai semi-vegetariani.

Sam Soret, decano associato presso la Loma Linda University School of Public Health e co-autore dello studio, ha sottolineato in un comunicato stampa, che: “Sono state analizzate più di 73.000 partecipanti e il risultato ottenuto è assolutamente senza precedenti”.

Il tasso di mortalità per i carnivori è quasi il 20 per cento superiore a quello per vegetariani e semi-vegetariani. In più, come già dimostrato in passato, il passaggio ad una dieta vegetariana, contribuisce a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, di circa un terzo in meno rispetto alle diete non-vegetariane.

Ridurre la carne nella dieta può anche aumentare la sicurezza alimentare e la sostenibilità.

LEAVE A REPLY