Home Ecoturismo Cabo de Roca, la terra amata da Pessoa

Cabo de Roca, la terra amata da Pessoa

SHARE

Guance consegnate al vento vergine dell’Oceano. Siamo a Cabo de Roca, il punto più occidentale dell’Europa continentale, a poco più di 30 km dalla Lisbona di Pessoa, capitale del fado e di mille versioni di bacalhau, in uno dei ‘finis terrae’ più affascinanti del globo.

Una tappa imperdibile in un viaggio in Portogallo

Un tempo abitato da poeti, re ed eremiti, questo lembo di terra incontaminato trasuda ancora storie di pirati e leggendarie navigazioni. Luogo di grande affluenza turistica, Cabo de Roca rientra tra i gioelli del Parco Naturale di Sintra-Cascais. Da assaporare specialmente al tramonto, nostalgicamente avvolti da quel ‘fine velo di nebbiolina’ descritta amabilmente da Fernando Pessoa, Cabo de Roca resta una tappa imperdibile per tutti i viaggiatori che decidono di fare del Portogallo una meta d’a(mare) e visitare. Sentirsi una piccolissima, quasi impercettibile, parte dell’universo è una sensazione più che naturale di fronte alla vista mozzafiato di questo luogo tanto suggestivo quanto incontaminato.

“Qui… Dove la terra finisce e il mare comincia”

Distese di piante grasse tra fiori insoliti, nubi bassissime e uno storico faro risalente al diciottesimo secolo, fieramente pronto a proteggere come una sentinella solitaria l’ignoto oceano, giocano a con(fondersi) in una perfetta convivenza di natura e spiritualità. Immancabile una foto-ricordo da scattare abbracciati al monumento in pietra che, tra i versi del poeta Luís Vaz de Camões, celebra la particolarità del luogo: ‘Qui… Dove la terra finisce e il mare comincia’.

LEAVE A REPLY