Home Green Economy Proteggere l’ambiente con le proprie scelte: il caso dei prodotti refurbished

Proteggere l’ambiente con le proprie scelte: il caso dei prodotti refurbished

SHARE
Prodotti refurbished

Proteggere l’ambiente è una missione che coinvolge tutti noi e che richiede massimo impegno in qualsiasi attività portiamo avanti. Ogni ambito, infatti, può avere conseguenze positive o negative sull’ambiente, a seconda delle scelte che facciamo.

Tra le novità più interessanti degli ultimi anni ci sono i prodotti refurbished, ossia prodotti ricondizionati che hanno riscosso un enorme successo, anche per il loro prezzo molto competitivo.

I prodotti refurbished si chiamano così perché hanno subito un processo di rinnovamento, a seguito di restituzione. In altri termini, si tratta di prodotti acquistati da precedenti acquirenti e resi al venditore, perchè non perfettamente funzionanti o per altre ragioni.

A seguito del reso, questi prodotti vengono opportunamente revisionati o aggiustati, così da tornare come nuovi. Tali prodotti si dividono in diverse classi: A, B o C. i prodotti di classe A sono prodotti ricondizionati come nuovi. Affinché un prodotto possa rientrare nella classe A, ovvero nella prima, dovrà essere consegnato corredato dalla scatola originale.

Inoltre, questi prodotti ti saranno venduti completi di dotazione originale. Assieme al prodotto troverai il manuale d’istruzione, la custodia ed eventuali accessori. I prodotti rigenerati appartenenti alla classe A sono anche venduti con la garanzia del produttore, quindi assieme allo scontrino d’acquisto. Ti vengono garantiti per un periodo compreso da 3 a 12 mesi, a partire dalla data d’acquisto.

I prodotti di Classe B vengono o venduti in una confezione neutra. Tuttavia, come per quelli appartenenti alla classe A, potrai contare sugli accessori e sul manuale d’istruzione.

Quando si acquista un prodotto rigenerato di classe B porterai a casa qualcosa che ha delle condizioni estetiche buone. In genere, si potrà notare qualche piccolo graffio, segni di urto e lievi imperfezioni, difficili da cogliere ad un primo sguardo. La classe B non offre alcuna garanzia, ma in compenso si è certo di acquistare un prodotto che non presenta problemi di funzionamento.

I prodotti di Classe C, invece, hanno un grado di usura piuttosto evidente. Il prodotto, infatti, presenta generalmente graffi importanti, bordi usurati e segni ben visibili di urto.

Trattasi di prodotti venduti privi di scatola e di accessori. Inoltre, potrebbero presentare malfunzionamenti. Non hanno alcuna garanzia e alcuni componenti, come le batterie, potrebbero essere alla fine del loro stadio del ciclo di vita.

Perché acquistare prodotti refurbished

Acquistare prodotti refurbished vuol dire dare una mano all’ambiente. Inoltre questi prodotti possono rappresentare dei veri e proprio affari. Alcuni sono stati usati per poco, altri impiegati per fare test o per essere esposti in negozio, altri sono restituiti al venditore perchè non funzionanti o danneggiati e in altri casi ancora sono prodotti nuovi e mai toccati ma restituiti al venditore a causa – per esempio – della confezione rovinata. In generale possiamo dire che sono prodotti che non possono essere venduti come nuovi, ma che si distinguono da quelli usati perché prima di essere rimessi in commercio hanno subito interventi di riparazione e di pulizia e sono stati testati per funzionare e apparire esattamente come nuovi.

Inoltre tali prodotti vengono rigenerati dai venditori ufficiali (come ad esempio Apple) che da rivenditori “terzi”, che si appoggiano poi a grandi distributori online come Amazon e eBay: per questo motivo, la prima cosa a cui stare attenti quando si compra un prodotto ricondizionato online è proprio il venditore, che sia affidabile e che garantisca la riparazione, la sostituzione o eventualmente il rimborso del prodotto entro i termini della garanzia.

Il mercato refurbished in crescita

Vista l’importanza, il mercato dei prodotti refurbished ha avuto una grossa crescita negli ultimi anni. Il vantaggio in termini economici per i consumatori è che normalmente questi device vengono venduti con uno sconto sul prezzo originale che può andare dal 30% al 60%. Ma è anche l’ambiente a trarne beneficio, dato che si tratta di prodotti che non finiscono nel processo di smaltimento e dunque in discarica, ma rientrano sul mercato attraverso nuovi canali. Allungare la vita del prodotto permette di avere importanti ripercussioni a livello ambientale.

I dispositivi che entrano in questo flusso dell’economia circolare, infatti, consentono di diminuire le emissioni di CO2 e l’utilizzo di energia necessari a produrli, oltre che i rifiuti prodotti.

Ogni anno l’economia mondiale consuma circa 93 miliardi di tonnellate di materie prime, di queste solo il 9% sono riutilizzate. Così come il 62% delle emissioni di gas serra avviene durante il processo di estrazione e lavorazione delle materie prime.

Senza considerare che oltre al vantaggio ambientale ed a quello economico, i prodotti refurbished garantiscono massima resa in qualsiasi attività, come lo smartworking, i giochi da fare in videochiamata con gli amici e le serie tv in streaming.

LEAVE A REPLY