Home Green World Gli sprechi si cucinano, accade a Londra

Gli sprechi si cucinano, accade a Londra

SHARE

Gli sprechi? Si possono cucinare. A questo hanno pensato i gestori di The People’s Supermarket di Londra, un supermercato che vende prodotti biologici provenienti rigorosamente dal Regno Unito (per dare lavoro ai coltivatori locali). Per far fronte agli sprechi alimentari l’idea intelligente portata avanti dal The People’s Supermarket è cucinare all’interno del negozio i prodotti in avanzo e rimetterli quindi in vendita come pietanze da portare via.

The People’s Supermarket contro gli sprechi

La zucchina ammaccata, non bella ma ancora buona non viene quindi gettata via, ma diventa un ingrediente fondamentale di una ricetta preparata nella People’s Kitchen, il che consente di inventare nuovi piatti e di soddisfare anche quella parte di clientela che desidera comprare cibi già pronti per consumarli a casa.

L’obiettivo è rigorosamente etico: ridurre al minimo gli sprechi alimentari prodotti dalla grande distribuzione. E grazie a questo metodo è possibile anche generare profitto: ogni settimana vengono riciclati circa 100 chili di prodotti e se alcune pietanze cucinate non sono consumate in giornata vengono date in beneficenza.

Le stime degli sprechi alimentari

Le stime parlano chiaro: in Europa sono ben 89 milioni di tonnellate gli alimenti scartati ogni anno. E, proprio la riduzione degli sprechi alimentari, è in cima anche all’agenda Ue. Il Parlamento Europeo ha richiesto un’azione collettiva per dimezzare lo spreco alimentare entro il 2025 e la Commissione Europea lavora affinché il tutto si attui entro il 2020, essendo il cibo una delle maggiori priorità nella sua ‘Roadmap to a resource efficient Europe’.  

Naturalmente, non basta la politica. Ridurre gli sprechi implica un comportamento anche nei consumatori.  In Europa, oltre 37 milioni di tonnellate vengono ogni volta buttate soprattutto nelle nazioni più ricche.  E proprio il maggior spreco alimentare si consuma ogni anno proprio nel Regno Unito dove, si stima, che questo sia pari al 60%.   

LEAVE A REPLY