Home C'era una volta Beppe Chierici, cantante e attore giramondo

Beppe Chierici, cantante e attore giramondo

SHARE

Il 20 aprile 1937 nasce a Cuneo il cantante, compositore, attore Beppe Chierici. Dopo aver girato il mondo come marinaio, si stabilisce a Parigi dove conosce le canzoni di Jacques Brel, Leo Ferré e degli altri cantautori francesi.

L’Africa e l’Italia

Negli anni Cinquanta decide di trasferirsi in Africa. Ci resta per una decina d’anni e quando torna in Italia negli anni Sessanta, inizia a cantare nei locali alternativi le sue versioni in italiano dei brani di Brassens pubblicando vari album. Nel 1969 a Roma fonda, con Daisy Lumini, una Compagnia che mette in scena lo spettacolo “Essere e avere” che ottiene un grande successo. Nei primi anni Settanta è attivo nel movimento del folk revival e pubblica “La cattiva erba. Contro la guerra e le armi”, un album realizzato in coppia con Daisy Lumini nel quale ripropone i canti contro la guerra della tradizione popolare.

Il trasferimento in Francia

Poliedrico ed eclettico si divide costantemente fra teatro, musica, cabaret, televisione e cinema. Negli anni Ottanta si trasferisce nuovamente in Francia intenzionato a restarci. Di notevole rilievo sono anche le molte sue interpretazioni in qualità d’attore. Tra i registi con i quali lavora ci sono Luigi Comencini, Anton Giulio Majano, Carlo Lizzani, Giuseppe Tornatore, Daniele Luchetti, Alberto Bevilacqua e tanti altri…

 

SHARE
Previous articleGlauco Masetti: il jazz è il mio vizio
Next articleSport e sostenibilità ambientale: una sfida possibile
Gianni Lucini
Scrivere è il mio principale mestiere, comunicare una specializzazione acquisita sul campo. Oltre che per comunicare scrivo anche per il teatro (tanto), il cinema e la TV. È difficile raccontare un'esperienza lunga una vita. Negli anni Settanta ho vissuto la mia prima solida esperienza giornalistica nel settimanale torinese "Nuovasocietà" e alla fine di quel decennio mi sono fatto le ossa nella difficile arte di addetto stampa in un campo complesso come quello degli eventi speciali e dei tour musicali. Ho collaborato con un'infinità di riviste, alcune le ho anche dirette e altre le dirigo ancora. Ho organizzato Uffici Stampa per eventi, manifestazioni e campagne. Ho formato decine di persone oggi impegnate con successo nel settore del giornalismo e della comunicazione. Ho scritto e sceneggiato spot e videogiochi. Come responsabile di campagne di immagine e di comunicazione ho operato anche al di fuori dei confini nazionali arrivando fino in Asia e in America Latina. Dal 1999 al 2007 mi sono occupato di storia e critica musicale sul quotidiano "Liberazione".

LEAVE A REPLY