Home Ecoturismo Ischia, l’isola per eccellenza

Ischia, l’isola per eccellenza

SHARE
Ischia

E’ l’isola più amata dagli italiani, e non solo. La salutare Ischia non smette di attirare, forte delle sue bellezze, tustisti da tutto il mondo.

A cavallo tra il golfo di Gaeta da quello di Napoli

L’isola d’Ischia, che separa il golfo di Gaeta da quello di Napoli ed è separata, da uno stretto canale, dall’isola di Procida, non è che una montagna a picco, la cui cima bianca e folgorante immerge i denti scheggiati dal cielo. I suoi fianchi scoscesi, solcati da vallette, da burroni, letti di torrenti, sono rivestiti dall’alto in basso da castagneti di un verde scuro. I pianori più vicini al mare e inclinati sui flutti hanno delle casupole, delle ville rustiche e dei villaggi per metà celati sotto i pergolati delle vigne. Ognuno di questi villaggi ha la sua marina”. Queste alcune delle parole con le quali lo scrittore e politico francese Alphonse de Lamartine, in un suo racconto del secolo scorso, ritrae Ischia, l’isola per eccellenza dell’Arcipelago Campano, ancora oggi meta di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del globo.

Ischia

Lei così amata

Famosa per il suo mare cristallino e le sue storiche terme (lo stesso Garibaldi giunse in questo lembo di terra per curarsi una ferita alla gamba), l’Isola di Luchino Visconti, tanto amata dal commediografo Ibsen, dal grande Truman Capote e dagli svariati tedeschi che, sulla scia della cancelliera Merkel, non smettono di sceglierla ogni anno come mecca delle loro vacanze, è davvero un paradiso green. Qui dove il verde e il benessere la fanno da padrone, la sostenibilità è ormai di casa. Il suo abito selvaggio, cucito da strapiombi vertiginosi, alvei naturali, boschi e colline è sempre più conosciuto e valorizzato. Dalla forma approssimativa d’un trapezio, Ischia è l’unica isola del Golfo di Napoli dov’è possibile incontrare il rospo smeraldino, un tipo d’anfibio che, negli ultimi anni, sta registrando un drastico calo a livello mondiale, a tal punto che si parla, oramai sempre più spesso, di GAD (Global Amphibians Decline).

Ischia

Ischia, a tutto trekking

Per gli amanti del trekking, merita di certo una citazione l’attenta Pro Loco di Panza che, nel giro di pochi anni, ha reso nuovamente fruibili al pubblico tre bellissimi sentieri dall’inestimabile valore naturalistico. Tra questi, il Monte di Panza e la Baia della Pelara sono percorsi contigui che partono da una viuzza laterale lungo la strada che conduce alla bellissima Baia di Sorgeto, nel versante sud-occidentale dell’Isola. Qui è come ritrovarsi in delle acque termali a cielo aperto. L’acqua del mare, infatti, fondendosi con sorgenti naturali calde, assume un’insolita temperatura che consente di bagnarsi anche in primavera, regalandoci una piacevole sensazione di benessere.

Ischia

 

Consigli green per gli amanti del cicloturismo e delle passeggiate a cavallo

Sempre nella zona di Forio, a tutti gli appassionati di cicloturismo e ritmi slow, si consiglia di soggiornare all’Hotel Le Canne, struttura sensibile al rispetto della natura e convenzionata con le migliori guide esperte in grado di offrire tutte le mappe degli itinerari più green. E per non perdere di vista altri percorsi ecologici, da passeggiate equestri in pineta alla scoperta di villaggi immersi nel bosco, si segnala una fuga reiterata al link verde: www.isoladischia.net/percorsi-ecologici-ischia

LEAVE A REPLY