Home Ecoturismo Nelle Ande Venezuelane

Nelle Ande Venezuelane

SHARE
Ande Venezuelane

Un viaggio alla scoperta di Táchira, lo Stato nelle Ande Venezuelane ricco di folkore e verdi viali dall’architettura coloniale.

L’immensa diversità ecologica del Venezuela

Era il 1499 quando, durante una sua spedizione, Amerigo Vespucci, osservando le costruzioni degli indigeni erette nell’acqua su palafitte di legno, fu ispirato dal ricordo della nostra Venezia nell’attribuire alla regione sudamericana il nome rinascimentale di Venezziola o Venezuola. Successivamente trasformatosi in Venezuela, dalla lingua spagnola, il Paese vive ancora nell’eco di una forte contaminazione italiana, grazie anche alla decisiva immigrazione avvenuta nel secolo scorso. Nazione dall’immensa diversità ecologica, il Venezuela è anche uno di primi paesi in via di sviluppo ad impegnarsi nella salvaguardia dell’ambiente in pieno rispetto del Protocollo di Kyoto e degli accordi intrapresi in materia dalle Nazioni Unite.

San Cristóbal, uno dei centri più popolosi della Ande venezuelane

Conosciuto per la sua pittoresca capitale Caracas, e per ospitare il Salto Angel, la cascata più alta del mondo, nonché per la rinomata e paradisiaca bellezza dell’arcipelago di Los Roques, con le sue 350 isole protette, lo stato sudamericano merita di essere visitato anche nella sua regione montuosa occidentale. San Cristóbal, capitale dello stato di Táchira, è uno dei centri più popolosi della Ande venezuelane. Situata in prossimità del confine colombiano, la deliziosa cittadina dal clima mite e temperato ha perfino ospitato, negli anni ’70, i campionati del mondo di ciclismo su strada. Ricca di verdi viali e caratteristiche chiese dall’architettura coloniale, San Cristóbal regala anche la vista della chiesa di San José, con la sua bellissima facciata in stile gotico. Durante il vostro soggiorno, non dimenticate di fare un’incursione culinaria al Portobello Green Market, il miglior ristorante vegetariano della città, rinomato per la sua grande varietà di peperoni e specialità tipiche.

Nei dintorni di San Cristóbal, alla scoperta di gioielli coloniali ricchi di folkore

I dintorni di San Cristóbal sono inoltre ricchi di paesini folkloristici che, con il loro stile coloniale e accogliente, vi regaleranno un tuffo nella cultura locale. Situato a soli trenta minuti di macchina dalla città, il villaggio di Peribeca è una tappa obbligatoria per qualsiasi turista responsabile e curioso di entrare in contatto con la cultura autoctona, così allegra e cordiale. Camminate lungo i suoi vicoli in pietra e lasciatevi coinvolgere dai colori delle sue casette tra dolci pause enogastronomiche: il ‘dulce’ di pesca o fichi d’india, accompagnato da assaggi di sorsi di liquore, tipicamente di fragole o menta, valgono da soli l’intera escursione. Che dire poi di San Pedro del Río, altro prezioso gioiello coloniale dello stato di Táchira? Situato ad una distanza di circa un’ora e trenta da San Cristóbal, il suggestivo ‘pueblo’ ammalia tutti i suoi visitatori per le sue distese di alberi e fiori variopinti. Se siete amanti del turismo d’avventura, infine, non dimenticatevi di spingervi oltre, fino al vicino Cerro el Morrachón, un’impressionante montagna a forma di vulcano dove praticare l’indimenticabile esperienza di un volo in parapendio.

LEAVE A REPLY