Home News Portare il cane in vacanza è possibile

Portare il cane in vacanza è possibile

SHARE
cane in vacanza

Un tempo portare il cane in vacanza non era cosa semplice: troppo complicato trovare un luogo di pernottamento, ristoranti o spiagge per portare con noi il nostro amico peloso e ciò comportava una scelta drastica che spesso mutava in una rinuncia. Oggigiorno non è più così, grazie ad una maggiore sensibilizzazione al tema degli abbandoni, una gran moltitudine di strutture si sono adeguate e hanno reso possibile un cambiamento.

Non abbiamo più scuse, al giorno d’oggi portare il cane in vacanza è possibile.

Strutture quali alberghi, bed & breakfast e campeggi che ospitano i nostri amici a quattro zampe, sono in forte aumento e numerosi sono anche i siti internet che ci facilitano nel trovare i posti adatti alla nostre esigenze.
Basta fare un giro sulla rete ed ecco spuntare una moltitudine di siti specializzati:

Una volta individuata la nostra meta, ci sono delle regole da ricordare affinché anche il nostro cane passi una vacanza indimenticabile.

Consigli utili per il cane in vacanza.

IN VALIGIA

Quando si parte con il nostro amico peloso ci sono delle cose fondamentali da non dimenticare.

cane in vacanza

  1. Per prima cosa il libretto sanitario delle vaccinazioni e la carta d’identità rilasciata dall’anagrafe canina, che contiene i dati del cane, del proprietario e il seriale del micro chip.
  2. Il suo libretto e il documento sono obbligatori su tutti i mezzi di trasporto pubblici e in gran parte delle strutture e se sprovvisti di queste due cose, siamo passibili di multa. Su i mezzi di trasporto e in alcuni spazi pubblici, è bene avere con sé anche il guinzaglio e la museruola: quest’ultima infatti, se richiesto, deve essere messa al cane.
  3. Non bisogna dimenticare poi le ciotoline per il cibo e l’acqua, e una borraccia da viaggio per assicurarci di mantenere sempre il nostro cane, specie se in estate, ben idratato.
  4. È importante avere una piccola scorta delle crocchette e scatolette che è solito mangiare a casa, questo perché può capitare di arrivare a destinazione, ad un’ora tarda, rischiando di non trovare negozi aperti; inoltre, nel caso non dovessimo trovare la marca che di solito utilizziamo, avremo modo di miscelarla in modo graduale con il nuovo cibo, evitando così che il cane vada incontro a problemi di intolleranza, che spesso si manifestano con diarrea.
  5. Dobbiamo ricordare di mettere in valigia le bustine per i bisogni, obbligatorie per legge, le salviettine e la spazzola per il pelo e un impermeabile in caso di pioggia.
  6. Infine è bene ricordare di applicare al collare, in caso il nostro cucciolo non l’abbia, la medaglietta con il nome e il numero di telefono, in modo che, se dovesse perdersi, saremo più facilmente rintracciabili.

IN MACCHINA

Anche per il viaggio in auto ci sono delle piccole regole da rispettare.

In macchina il cane non può essere lasciato sciolto e, a tal proposito, ci sono varie soluzioni.

  • Possiamo trasportare il nostro cane all’interno del kennel, più comunemente conosciuto come trasportino. Quest’ultimo può essere sistemato nel portabagagli o sul sedile posteriore dell’auto; occorre ricordare che il trasportino deve essere delle giuste dimensioni perché il cane deve potersi muovere all’interno e, per renderlo un gradito luogo di rifugio, sarà utile sistemare una coperta con uno dei giocattoli preferiti dal nostro cucciolo.
  • Se sprovvisti di kennel, potremo utilizzare la cintura di sicurezza per cani, che è come un guinzaglio regolabile. Un’estremità di questa si aggancia al collare e, all’altra estremità, c’è l’innesto da inserire nell’apposito ancoraggio dove inseriamo anche le nostre cinture di sicurezza.
  • Un altra soluzione è la rete da sistemare nel fondo del bagagliaio, subito dietro i sedili posteriori, e che permette al cane di viaggiare anche sciolto, negandogli la possibilità di vagare liberamente nell’abitacolo dell’automobile.

Quelle sinora descritte sono tutte soluzioni valide, a norma di legge: l’importante è evitare che il cane si muova liberamente nell’auto, in quanto potrebbe causare distrazioni al conducente e, di conseguenza, incidenti anche gravi.

Durante il viaggio è bene fare delle pause per permettere al nostro cane di sgranchirsi le zampe, fare i bisognini, bere e rinfrescarsi; è consigliabile evitare di far mangiare il cane prima o durante il viaggio perché potrebbe causargli disturbi allo stomaco.

  • Evitate che il cane viaggi con la testa fuori dal finestrino: potrebbe essere facilmente punto da un insetto e il vento potrebbe causargli una infiammazione all’orecchio o un otite.
  • Infine ricordate di non lasciare MAI il cane da solo in auto, soprattutto quando fuori fa caldo la temperatura in macchina sale, fino a raggiungere gradazioni talmente elevate da comportare il più delle volte la morte dell’animale.

IN SPIAGGIA

All’entrata di ogni spiaggia accessibile ai nostri amici a quattro zampe, troviamo un cartello con le regole da rispettare in caso di accesso.
Ci sono comunque delle piccole cose che dobbiamo ricordare e che sono di estrema importanza affinché il nostro cane non corra pericoli.

  • È bene portare il cane in spiaggia nelle ore meno calde, evitare quindi le ore più pesanti che di norma sono quelle che vanno dalle 12:00 alle 16:00.
  • Bisogna portare sempre un ombrellone per permettere al nostro cane di ripararsi, anche il cane infatti può subire delle scottature nei punti più esposti e delicati, quali cuscinetti plantari, tartufo e pancia.
  • Ricordare infine di farlo bere spesso, cambiando, ogni qual volta sia possibile, l’acqua che, in tal modo, sarà sempre pulita e fresca.

Insomma, se state decidendo di partire con il vostro più fedele amico, organizzatevi per tempo, e se necessario, prima di partire, stilate una lista delle cose più importanti così da non dimenticare nulla.

Se il posto dove avete deciso di andare non vi dà la possibilità di portare con voi il vostro cucciolo, in rete potrete trovare tantissimi siti quali ad esempio

  • dogbuddy.com
  • holidog.com, che mettono a disposizione dog sitter pronti ad ospitare il vostro pelosetto e a prendersene cura a 360 gradi.

Leggi anche: Adotti un cane? Ne sei proprio sicuro?

LEAVE A REPLY