Home Green Economy Ecco come dare un taglio alla bolletta luce

Ecco come dare un taglio alla bolletta luce

SHARE
Bolletta della luce come risparmiare

Finalmente ti sei deciso a risparmiare sull’utilizzo della corrente e, quindi, sei capitato nel posto giusto. Qui ti spiegheremo come si può dare un taglio alla bolletta della luce senza troppi sacrifici. Risparmiare corrente è un dovere di tutti noi dal momento che dobbiamo imparare a ridurre i nostri consumi superflui per assicurare al nostro Pianeta una lunga vita. Al tempo stesso imparare a risparmiare significa vedere decisamente ridotti i costi in bolletta che, a fine anno, si rivelano spesso piuttosto pesanti nella gestione domestica. Quindi ci inoltreremo nel mondo del risparmio energetico a partire cinque abitudini che ti cambieranno la vita nonostante la loro disarmante semplicità.

Che lampade usi?

Per risparmiare davvero sulla bolletta è arrivato il momento di buttare via le lampade alogene e di passare a qualcosa di più attuale: il LED! Le lampadine LED hanno una durata tripla rispetto alle lampadine tradizionali e consumano assolutamente meno corrente. Questa tecnologia non comporta surriscaldamenti ed è ideale sia per l’esterno che per l’interno. Non richiede particolare manutenzione ed è in grado di abbattere i costi del consumo elettrico in pochissimo tempo. Oggi trovi una grande varietà di lampadine LED per la casa perché questa tecnologia sta praticamente sostituendo le altre nel mondo dell’illuminazione domestica e non solo. Fatti trovare preparato al cambiamento e corri in negozio a sostituire le tue vecchie lampadine!

Spento o stand-by?

La TV è davvero spenta quando è in stand-by? Oppure la ciabatta elettrica che usiamo in camera deve essere per forza spenta attraverso l’interruttore? La risposta è che in questi casi, pur consumando poco, gli elettrodomestici continuano a utilizzare corrente sprecandola. Quindi controlla sempre tutti gli elettrodomestici di casa e impara a spegnerli davvero, distinguendo quelli che devono necessariamente restare accesi e quelli che, come la macchina del caffè, non hanno bisogno di un invio continuo di corrente elettrica.

Quanto spesso apri il frigorifero?

Sapevi che ogni volta che apri il frigorifero lo sbalzo termico provoca un’impennata di consumo di corrente? Sapevi anche che questo elettrodomestico è tra quelli che consumano maggiori quantità di energia? Ebbene per evitare che questo si trasformi in un pesante “energivoro” impara a usarlo nel modo giusto. Collocalo a distanza dalla parete, da fonti di calore e da altri motori che si riscaldano. Non andare oltre i cinque o sei gradi e, soprattutto, non riempirlo troppo. Solo così gli alimenti saranno conservati nel modo giusto e il frigorifero durerà di più. Se lo utilizzi male te ne accorgi dalla lastra di ghiaccio che si forma ripetutamente sulle superfici oppure dal continuo gocciolio che trovi sul suo fondo. Questi sono chiari segnali che stai distruggendo il frigorifero e che questo sta consumando troppa corrente.

Come usi la lavatrice?

Quante lavatrici fai? Che tipo di lavaggi utilizzi? Anche questo è un indice di consumo e, pertanto, andrebbe ridimensionato. Il punto è che molto spesso bastano lavaggi rapidi per rinfrescare un abito che abbiamo indossato per poche ore. Al tempo stesso i capi macchiati e sporchi andrebbero prima pre-trattati dato che la lavatrice non è in grado di smacchiare tutto da sola. Quindi anziché aumentare i gradi e la durata del lavaggio impara a pretrattare i tuoi capi e vedrai che un lavaggio breve e a basse temperature potrà bastare. In questo modo risparmi tempo e denaro e preservi anche i tessuti.

LEAVE A REPLY