Home Ecoturismo La Corea, fuori dal nucleare, tutta fiori e bellezza

La Corea, fuori dal nucleare, tutta fiori e bellezza

SHARE
Corea

Attualmente alla ribalta per congiunture geopolitiche internazionali, la Corea è un Paese che, al di là della sua delicatissima ‘retorica bellica’ di questi ultimi mesi, vive di bellezze naturali e spirito green.

Seul sempre più verde

Mentre, nel sud della nazione, architetti dalla mente ecologica progettano il futuro di Incheon, pronta nel giro di una decina d’anni a diventare la città più ecosostenibile del mondo, la capitale Seul cresce nel rispetto del verde. Il traffico intenso e l’inquinamento industriale hanno spinto, infatti, il governo metropolitano a prendere severi provvedimenti di natura ecologica, soprattutto per quanto riguarda la lotta contro lo smog e l’inquinamento idrico.

I parchi coreani

Tanti i parchi del centro nevralgico del Paese. Sicuramente da menzionare il Seonyudo Park. Collocato sul sito di un precedente impianto per la purificazione dell’acqua, poi rinnovato per creare l’Hangang River History Museum, l’intero isolotto – collegato alla terraferma da un singolare ponte arcuato – fu convertito in un’oasi ecologica. Conosciuto per l’osservazione di piante acquatiche fluviali, di alberi e svariate specie di uccelli, gode anche di una piacevolissima vista al calare del sole. Altro nodo green, da mappare in bici, sfrecciando con calma sui pattini a rotelle o abbinandovi una parentesi di jogging, è l’Ilsan Lake Park, meta di moltissimi visitatori che durante il fine settimana accorrono qui, proprio ad una manciata di chilometri da Seul, per assistere alle varie performance pittoresche che si tengono lungo la riva. Parco dal più grande lago artificiale in Oriente, l’Ilsan Lake Park è anche noto per essere la sede dell’annuale esposizione mondiale dei fiori.

Il fiore nazionale, la Rosa di Shanon

Paese da sempre appassionato di cultura floreale (si dice che in Corea vi siano sempre dei fiori tutto l’anno, grazie al suo clima continentale), il Paese vede nella Rosa di Shanon, chiamata in lingua locale Mugunghwa, il suo fiore nazionale. I bambini coreani adorano trascorrere il loro tempo raccogliendo la ‘natura’ e divertendosi ad assaporarne il suo profumo. Tra i loro giochi all’aperto, spicca pure l’ormai istituzionalmente rinomata ‘gara dei bastoni di fiori’.

I Festival green della Corea

Ricca di festival ecological mind, da quello del te’ selvatico di Hadong a quello del fango di Boryeong, senza dimenticare il festival delle farfalle di Hampyenog, la Corea regala, nel mese di giugno, il Muji Firefly Festival, un appuntamento eco-sostenibile che, attraverso l’affascinante spettacolo delle lucciole, intende ricordare l’importanza della natura e del suo ecosistema sempre più minacciato da una rapida urbanizzazione.

LEAVE A REPLY