Home Ecoturismo Tallinn, un weekend verde

Tallinn, un weekend verde

SHARE

Adamantina, giovane e romantica. E’ Tallinn, la capitale dell’Estonia, oggi più che mai una delle città più eco affascinanti del Mar Baltico.

Tallinn, l’ex capitale europea della cultura protegge l’ambiente

Dal dna totalmente green, grazie anche a un programma comunale recente, che punta a mettere al tappeto inquinamento e smog attraverso la gratuità degli stessi servizi pubblici per tutti i residenti, l’ex capitale europea della cultura protegge l’ambiente con cura e lungimiranza. Patria di Skype, l’innovativo programma di messaggistica istantanea e VoIP, vero orgoglio internazionale forte dell’aver rivoluzionato la comunicazione tra continenti, Tallinn non poteva che essere interamente coperta da infinite connessioni Wi-Fi, spesso e volentieri gratuite.

Tallin

Il retrogusto medioevale di Tallinn

Salvaguardia di Internet come bene pubblico, da una parte, e una genuinità nel preservare spazi aperti, con parchi e spiagge ben curate, dall’altra. A tal proposito, perché sprecare carta e inchiostro? Se meditate un viaggio in Estonia, inutile sobbarcarsi il peso di guide tanto pesanti per la valigia quanto capricciose per la salute del pianeta. La città regina del Wi-Fi gratuito merita molto di più. Seduti al primo bar tipico, ad esempio, potrete soffermarvi ad acquistare un eBook sul sito della Lonely Planet, magari sorseggiando il famoso ‘Vana Tallinn’, il liquore dolceamaro dalla densa consistenza, tipico d’ogni pasto estone, e conosciuto per venire servito principalmente nel caffè o nel latte con ghiaccio. In un solo istante, sarete guidati lungo tutti i segreti della città madre dell’Estonia, la Tallinn che forte del suo retrogusto medioevale, sorprende, ancora quasi come nel quindicesimo secolo, per le sue strade acciottolate, arterie di tetti spioventi e chiese fatate.

Un ristorante per riscoprire i sapori di una volta

Più suggestiva al chiudersi del tramonto, quando l’illuminazione volutamente ocra della città vecchia ne esalta ogni più poetica atmosfera, la capitale estone resta un autentico gioiello, ben conservato e dalla fortissima vitalità, grazie anche ad un’intensa e vivace vita notturna affabile. Sulla scia dei sapori d’una volta, per tutti i buon gustai, rimasti degli inguaribili romantici, una tappa obbligatoria da segnalare prende il nome di ‘Olde Hansa’, un memorabile ristorante, che rende omaggio alla Lega Anseatica e all’età d’oro della città, pronto ad accogliervi per una vera esperienza gastronomica medioevale. Qui i vegetariani, sebbene dovranno sopportare la vista d’un menù che sfodera, discutibilmente, pietanze nazionali a base di carne d’orso, troveranno anche diversi piatti adatti a loro.

La vicinissima Helsinki

Infine ricordiamo che Tallinn, non solo resta una città termale, con più di una dozzina di stabilimenti che offrono trattamenti per la salute e la bellezza, ma è anche ad un passo dalla vicina Helsinki, la città finlandese raggiungibile in meno di cinquanta minuti di traghetto. Cos’altro chiedere ad una capitale per uno short break? Gli ultimi consigli nel blog ‘La mia Estonia’: http://blog.lamiaestonia.it/

LEAVE A REPLY